Spettacoli
Polpenazze del Garda

Successo per la seconda edizione di "Un respiro sotto le stelle"

Cena benefica al Castello di Polpenazze del Garda tra testimonianze, musica e cabaret per sostenere la ricerca sulla fibrosi cistica.

Successo per la seconda edizione di "Un respiro sotto le stelle"
Spettacoli Garda, 28 Settembre 2022 ore 11:53

Un vero successo la seconda edizione di "Un respiro sotto le stelle", promossa dalla Delegazione FFC Ricerca di Franciacorta e Val Camonica sabato 17 settembre nello spazio eventi del Castello di Polpenazze del Garda.

Artisti uniti contro la fibrosi cistica a Polpenazze del Garda

Un vero successo la seconda edizione di "Un respiro sotto le stelle", promossa dalla Delegazione FFC Ricerca di Franciacorta e Val Camonica sabato 17 settembre nello spazio eventi del Castello di Polpenazze del Garda. Un evento organizzato per sostenere il primo obiettivo della Delegazione, in linea con la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica (FFC Ricerca): contribuire a sconfiggere la fibrosi cistica, la malattia genetica grave più diffusa in Europa, con un’incidenza significativa in Italia che registra un portatore sano FC ogni 30 persone.  “Solo attraverso la ricerca è possibile vincere una sfida così ambiziosa: per questo è di vitale importanza il finanziamento di progetti scientifici innovativi. La Fondazione ha avviato un percorso di studi di altissimo livello, di cui non beneficiano soltanto i malati di fibrosi cistica, ma tutta la popolazione e l'intera comunità scientifica - ha ricordato Ermanno Rizzi, responsabile bandi e progetti FFC Ricerca – perché la ricerca è trasversale e progredisce se in rete”. “Questi progetti, come i servizi alla ricerca, sono opportunità concrete per donare un respiro. "Contribuire al loro finanziamento - ha ricordato sul palco Maddalena Damini, giornalista che ha condotto la serata significa garantire oggi ai ricercatori i fondi per progettare un domani libero dalla fibrosi cistica”.  Al suo fianco, con il Sindaco di Polpenazze del Garda Maria Rosa Avanzini, Sara Bertanzetti, volontaria della Delegazione FFC Ricerca di Franciacorta e Val Camonica, coinvolta nell'organizzazione dell'evento e portatrice della propria esperienza nella malattia, una malattia pesante che richiede tanta forza e determinazione, che riesce ad affrontare con responsabile consapevolezza, tanto impegno e soprattutto fiducia nella ricerca: un malato FC di 40 anni oltre a vivere fin dalla nascita con le precauzioni che il Covid-19 ha fatto conoscere a tutti noi - come la mascherina, il distanziamento e l’igienizzazione - ha in media già trascorso 3 anni della sua vita in ospedale, ha preso ogni anno 7.000 medicinali in pillola e dedicato ogni giorno tre ore alla fisioterapia respiratoria. Dalle testimonianze allo show, tra la comicità, le imitazioni e la musica degli artisti coinvolti dalla realtà di ARTONE, con la direzione artistica di Ruggero Tavelli: da Giorgio Zanetti, Daniel, Giuseppe Scapellato, Daniele Fiamma, Matteo Faustini, Fellow, Elodea, fino a Federica Quaranta e lo spettacolo Music in the Dark, tutti sul palco per dare voce e linfa a questo importante progetto, perché la fibrosi cistica, pure essendo la malattia genetica grave più diffusa in Europa è ancora troppo poco conosciuta. Ad accoglierli, un caloroso pubblico, con fan giunti da tutta Italia per dare il proprio contributo e incarnare appieno lo spirito della serata, unire le forze per raggiungere grandi e importanti obiettivi, insieme. Un contributo amplificato dalla generosità degli sponsor, che hanno permesso col proprio intervento di destinare l'intero ricavato (3.000 euro) della cena benefica a base di spiedini, polenta e vini della Valtenesi, all'adozione dei progetti presentati.

Seguici sui nostri canali
Necrologie