Bresciani al Festival di Sanremo

Renga quinto e Coma_Cose decimi in classifica provvisoria

Primi verdetti dal Teatro Ariston

Renga quinto e Coma_Cose decimi in classifica provvisoria
Spettacoli Brescia, 03 Marzo 2021 ore 12:53

Francesco Renga fra i top five e Coma_Cose al decimo posto: i primi verdetti per gli artisti bresciani con le valutazioni della giuria demoscopica al Festival di Sanremo

Francesco Renga al quinto posto della classifica provvisoria, decimi i Coma_Cose

Primi verdetti al Teatro Ariston di Sanremo con i voti della giuria demoscopica per i cantanti in gara nella 71esima edizione del Festival della Canzone Italiana. Francesco Renga con la sua “Quando trovo te” ha conquistato la quinta posizione, i Coma_Cose, duo composto dal salodiano Fausto Zanardelli e Francesca Mesiano, in decima posizione. Renga, presentando in conferenza stampa il suo Sanremo 2021 lo aveva detto che “Quando trovo te” è un brano che ha bisogno di più ascolti e che crescerà di serata in serata. Considerando ciò che si è sentito ieri sera la sua proposta potrebbe proprio essere da podio. I Coma_Cose hanno sorpreso per freschezza e più che “Fiamme negli occhi” si è vista tanta tenerezza fra Fausto e Francesca, coppia sul palco e nella vita. Domani sera per l'appuntamento dedicato ai duetti Francesco Renga canterà “Una ragione di più” con Casadilego, vincitrice dell'ultima edizione di X Factor. I Coma_Cose per la serata dei duetti proporranno il capolavoro firmato Battisti-Mogol “Il mio canto libero” con Alberto Radius e Mamakass.

“Quando trovo te” di Francesco Renga in tutte le radio e sulle piattaforme video e digitali

«Tornare a Sanremo non ha mai avuto per me un significato più profondo – racconta Francesco Renga – non è solo la gioia di tornare su questo palcoscenico, in questo contesto così importante per la musica e per il mio lavoro. Questa volta significa ricominciare finalmente a farlo, il mio lavoro. Significa ripartire insieme con tutto il Paese. Sanremo diventa così il simbolo stesso di una ripartenza del mondo dello spettacolo e un segnale di speranza: la speranza che questo incubo possa finire il prima possibile». Il brano è accompagnato da un video, diretto da Lorenzo Catapano.

Necrologie