celebrazioni

"I Longobardi in Italia", 13anni dall'iscrizione del sito nella lista Patrimonio Unesco

Appuntamento martedì 25 giugno 2024, tutti gli eventi sono ad ingresso libero

"I Longobardi in Italia", 13anni dall'iscrizione del sito nella lista Patrimonio Unesco
Pubblicato:

"I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C)", 13anni dall'iscrizione del sito nella lista Patrimonio Unesco.

Da 13 anni nella lista Patrimonio Unesco

Una serata speciale martedì 25 giugno 2024: comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei celebrano  al Museo di Santa Giulia, il 13° anniversario dall’iscrizione del sito “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C)” nella lista del Patrimonio Unesco, il gruppo di complessi monumentali che rappresentano in maniera esemplare la cultura del popolo longobardo, che si insediò in Italia fra il VI e l’VIII secolo d. C., e ne testimoniano il ruolo per lo sviluppo spirituale e culturale dell’Europa nella transizione fra la Classicità e il Medioevo. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

Insieme all’area di Brixia. Parco archeologico di Brescia romana e al complesso monastico di San Salvatore – Santa Giulia, completano il sito seriale l’area della Gastaldaga con il Tempietto Longobardo e il Complesso Episcopale a Cividale del Friuli (UD), il castrum con la Torre di Torba e la Chiesa di Santa Maria foris portas a Castelseprio – Torba (VA), la Basilica di San Salvatore a Spoleto (PG), il Tempietto del Clitunno a Campello sul Clitunno (PG), il complesso di Santa Sofia a Benevento e il Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo (FG).

 

"I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C)" : le celebrazioni

Un’occasione unica per festeggiare questo importante traguardo, con attività per bambini e adulti nella splendida cornice serale del patrimonio mondiale della città di Brescia.

Apre la serata la caccia al tesoro dedicata ai bambini e alle bambine dai 6 ai 13 anni Sulle tracce di Adelchi…, che, tra indizi sonori e antichi reperti, condurrà i partecipanti negli affascinanti meandri delle sale del Museo di Santa Giulia. Alle 19 e alle 20, l’antico monastero fondato da re Desiderio sarà lo scenario in cui scoprire la storia dell’ultima famiglia di sovrani longobardi, resa immortale dalla celebre tragedia Adelchi di Alessandro Manzoni, cui si ispirò successivamente l’omonima opera lirica di Giuseppe Apolloni.

Per gli adulti sarà invece possibile prendere parte a un percorso immersivo, sempre alle 19 e alle 20: un Viaggio nella Basilica di San Salvatore, con la realtà aumentata degli ArtGlass, grazie ai quali il pubblico potrà ammirare la chiesa di San Salvatore nello splendore decorativo originario voluto dall’ultimo re longobardo, re Desiderio, che lo immaginò splendido mausoleo della propria famiglia.

Conclude la serata il concerto della Banda Isidoro Capitanio, che si terrà alle ore 21 nel parco archeologico di Brescia romana.

Le attività sono rese possibili grazie al Ministero per la Cultura e all’Associazione Italia Langobardorum, struttura di gestione del sito UNESCO.

 

 

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali