Eventi
il festival

Iseo torna a suonare a ritmo di Jazz

Dopo i concerti a Palazzolo e Sale Marasino, ora tocca a Iseo chiudere il trentennale del festival Iseo Jazz.

Iseo torna a suonare a ritmo di Jazz
Eventi Sebino e Franciacorta, 06 Luglio 2022 ore 12:06

Dieci giorni di musica per festeggiare i trent’anni di Iseo Jazz, il festival che dal 1993 a oggi è diventato la "casa del jazz italiano". Diretta artisticamente dal musicologo Maurizio Franco e organizzata dall’associazione culturale Musica Oggi e dal Lido Sassabanek, la rassegna in programma fino al 9 luglio è diventata un punto di riferimento nazionale con una visibilità nazionale e promette anche quest’anno di non deludere gli spettatori.

Iseo torna a suonare a ritmo di Jazz

Dopo le serate a Palazzolo sull’Oglio e Sale Marasino ora tocca a Iseo dare spazio al mondo jazzistico italiano in tutte le sue forme. Tutti i concerti iniziano alle 21 e sono a ingresso libero. In caso di pioggia si terranno nella sala civica di Castello Oldofredi.

La prima delle tre serate iseane del festival (giovedì 7 luglio) si svolgerà sul meraviglioso sagrato della pieve di sant’Andrea, spazio dalla perfetta acustica sul quale si specchiano ben tre chiese. Luogo storico del festival, piazza tra le più belle e suggestive del capoluogo del Sebino, ospiterà il piano solo di un musicista dal valore mondiale quale Enrico Pieranunzi. Se nelle precedenti solo performance il repertorio era la canzone italiana, in questo caso, come recita il titolo “Unlimited”, il concerto sarà senza limiti.

La sua conoscenza dell’universo della musica pianistica eurocolta gli ha consentito di portare elementi della tecnica classica all’interno del suo jazz, in cui lo studio e l’interesse per Bill Evans vanno a braccetto con la passione per Bud Powell, diventando antidoti a qualsiasi deriva linguistica.

Sul prato solarium in riva al lago del lido Sassabanek (venerdì 8 luglio) quest’anno la musica guarderà alla storia, ma con attori moderni e con un organico che riprende quello con cui Miles Davis incise il celeberrimo album "Birth of The Cool". Protagonista della serata sarà la Monday Orchestra guidata dal suo direttore e leader Luca Missiti, una delle nuove, importanti realtà del jazz italiano.

L’edizione del trentennale di Iseo Jazz si chiuderà in uno spazio nuovo per il festival, quale il suggestivo porto industriale di Iseo (sabato 9 luglio), con un concerto che ospiterà una delle più famose formazioni del jazz nazionale in un omaggio al grande compositore e contrabbassista afroamericano Charles Mingus in occasione del centenario della nascita. La Lydian Sound Orchestra, formata nel 1989 dal compositore-arrangiatore, direttore artistico, musicologo e docente Riccardo Brazzale, è senza dubbio la più apprezzata medium-band nel campo del jazz italiano degli ultimi anni.

Nel corso della serata verrà consegnato a Riccardo Brazzale il Premio Iseo alla carriera nella sezione musicisti, mentre tra gli operatori il premiato sarà conferito a Corrado Beldì, infaticabile promoter del progettuale festival Novara Jazz e Presidente di I-Jazz, l’associazione che riunisce più di settanta festival italiani di jazz e contribuisce in maniera determinante al riconoscimento e allo sviluppo di questa musica nel nostro Paese.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie