Eventi
Pavone Mella

Il Coraggio smascherato: una mostra per l'oncologia

Un emozionante progetto che vede protagonisti gli studenti del liceo artistico Foppa

Il Coraggio smascherato: una mostra per l'oncologia
Eventi Bassa, 21 Novembre 2021 ore 08:43

Arte e scienza: un connubio perfetto per conoscere e sensibilizzare il percorso di chi affronta una malattia devastante come il cancro.

Il coraggio smascherato

Ieri sera, sabato 20, è stata inaugurata la mostra Il coraggio smascherato, nel centro polivalente Giovanni Paolo II dove sono state esposte le opere degli studenti del liceo artistico Foppa. Una mostra che in realtà è un progetto: i giovani artisti hanno infatti affrontato un profondo ed impegnativo percorso in cui è stato chiesto loro di rielaborare le maschere usate dai pazienti oncologici durante le sedute di radioterapia. Un lavoro importante e profondo per gli studenti che hanno dovuto confrontarsi con una situazione per loro sconosciuta e gravosa. "Per loro è stato difficile e intenso, sono stati molto bravi a mettersi in gioco e il risultato è sotto gli occhi di tutti”, ha spiegato la docente Mariateresa Vecchia, che unitamente a Cesare  Monaco, ha seguito il progetto. Progetto svolto in collaborazione con U.o.  di Radioterapia dell'Asst Spedali Civili di Brescia, Associazione amici dell'istituto del radio, Fondazione della comunità bresciana, Terme di Sirmione spa, Lucca Ciocca e Famiglia Bertola. Alla serata inaugurale erano presenti Antonucci Margheta, dirigente scolastica del liceo Foppa, Marta Maddalo, oncologa radioterapista degli Spedali civili di Brescia, il sindaco Mariateresa Vivaldini, e il vicesindaco Gloria Baronchelli, che ha il merito di essersi interessata personalmente all'iniziativa, tanto che Pavone è il primo paese della provincia ad ospitare Il Coraggio smascherato dopo gli Spedali civili.

Gli orari di apertura

Oggi, domenica 21, la mostra sarà visitabile dalle 9 alle 11 e dalle 15 alle 18, una occasione da non perdere. Da non perdere anche a possibilità di fare una donazione, la base d'asta per ogni pezzo è di 160 euro, che servirà per finanziare le attività dell'Associazione amici dell'istituto del radio, impegnata da 40 anni nel fornire borse di studio sia per la formazione di studenti, medici e tecnici, sia per il finanziamento della ricerca in ambito oncologico. Chiunque fosse interessato a fare una donazione o ad ospitare questa mostra, può contattare la responsabile dell'associazione al 347 9352855 o via mail alessandradosselli@gmail.com.

 

Necrologie