Sport
Calcio

Trionfo per il Lumezzane che vince anche il recupero

I rossoblù hanno avuto la meglio sul Vobarno, ora il vantaggio è di tredici punti.

Trionfo per il Lumezzane che vince anche il recupero
Sport Valli, 10 Febbraio 2022 ore 08:40

Vittoria di misura, ma importante quella dei rossoblù contro il Vobarno. Ora il vantaggio è di tredici punti.

Recupero quattordicesima di giornata

Turno infrasettimanale tra Lumezzane e Vobarno per il recupero della quattordicesima di giornata di campionato inizialmente in programma lo scorso 19 dicembre. Dopo la vittoria di pochi giorni fa contro il Rovato, mister Franzini opta per alcuni cambi tra gli undici iniziali senza però rinunciare al consolidato 4-3-3. A difendere i pali schiera Filigheddu; Zugno, Paderno, Giosa e Villa in difesa; a centrocampo Pesce sulla mediana affiancato da Dadson e Torelli; esterni alti Okyere e Peli a supporto dell’airone Caracciolo.

Una sfida intensa

La partita inizia subito a ritmi alti e al terzo minuto il Vobarno sblocca il risultato con Venturelli che dal limite dell’area calcia forte rasoterra trovando l’angolino lontano.
Al decimo minuto il Vobarno spaventa il Lume con una conclusione ravvicinata che sbatte sulla traversa interna e torna in campo, ma sulla ribattuta è più veloce la difesa rossoblù che riesce a spazzare l’area. Il Lumezzane reagisce e prova a spingere sugli esterni, ma la difesa del Vobarno si chiude bene lasciando pochi spazi alla manovra rossoblù. Al quarto d’ora il Lume si fa vedere sugli sviluppi di un angolo con Giosa, ma la sua conclusione termina alta. Alla mezz’ora è Pesce a provarci ancora dalla distanza, ma la palla si spegne sul fondo. Il Lumezzane cresce d’intensità e insiste con maggior convinzione mettendo in affanno la difesa valsabbina. Giosa ci riprova da fuori e stavolta la mira è precisa, ma Tognazzi devia in angolo. La squadra di Franzini sale in cattedra schiacciando il Vobarno nella propria metà campo e in pieno recupero si vede anche annullare il gol del pareggio: cross di Peli da sinistra per Dadson che colpisce in anticipo su Savoia superando Tognazzi, ma per l’arbitro la posizione del centrocampista rossoblù è irregolare.

Una nuova carica

Forze fresche nella ripresa per il Lumezzane sale in campo dagli spogliatoi con maggiore convinzione. Minotti per Dadson e Tognoni per Okyere le scelte del mister Franzini per ribaltare la partita. Passa un dopo un solo minuto ristabilisce la parità: angolo per il Lume, palla fuori area a Pesce che la rimette al centro per l’accorrente Peli che non sbaglia realizzando il suo terzo centro in rossoblù. La squadra di mister Franzini gioca con piglio decisamente diverso al 54’ ribalta la partita: azione insistita sulla sinistra di Peli, palla al centro per Torelli che calcia in porta ma Tognazzi respinge. La palla resta nell’area piccola dove c’è ancora in agguato Torelli che stavolta viene però steso in area. Nessun dubbio per il direttore di gara che indica il dischetto.

Fino all'ultimo minuto

Dagli undici metri si presenta capitan Caracciolo che con estrema freddezza non sbaglia completando la rimonta. Il Vobarno non s’arrende e ci prova, ma anche Filigheddu vuole dire la sua e al 59’ compie un gran intervento mantenendo invariato il risultato. Il Lume continua però a guadagnare campo e al 64’ Tognazzi compie un doppio intervento che tiene a galla i suoi: prima respinge il colpo di testa di Minotti e subito dopo devia in angolo una semi rovesciata di Caracciolo. Al 71’ nuova occasione del Lume: Villa crossa per Peli che controlla bene e calcia verso lo specchio, ma il palo nega la gioia del gol. Il Lumezzane è in controllo del gioco, ma il Vobarno non molla tenta il forcing finale, ma Giosa comanda la difesa da vero leader e Filigheddu è sempre attento nelle uscite. La partita resta aperta fino all’ultimo dei quattro minuti di recupero, ma il risultato rimane a favore del Lumezzane che al triplice fischio può alzare le braccia al cielo. Prossimo impegno domenica 13 febbraio in trasferta contro il Castiglione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie