Sport
Volley

Millenium Brescia batte Olbia e vola in classifica

La Valsabbina ottiene la sesta vittoria consecutiva, la settima in questo avvio di campionato, e sale a quota 22 punti in classifica a cinque lunghezze di vantaggio da Trento, prima inseguitrice di Millenium.

Millenium Brescia batte Olbia e vola in classifica
Sport Brescia, 28 Novembre 2022 ore 09:50

Dopo il quinto successo consecutivo ottenuto in trasferta a Cremona nel turno infrasettimanale, la Valsabbina torna in campo per l’ottava giornata di regular season.

In scena al Palageorge

Al PalaGeorge di Montichiari le Leonesse sfidano Olbia, reduce dalla sconfitta esterna di pochi giorni fa a Busto. Coach Beltrami recupera Cvetnic, assente nella sfida con Esperia. La banda croata riprende il suo posto in sestetto in diagonale con Pamio, per il resto solita formazione con al centro il tandem formato da Torcolacci e Consoli, opposto Obossa, capitan Boldini in regia e Scognamillo come libero. Le ospiti guidate da Guadalupi iniziano la gara con la diagonale Bresciani-Schirò, i due attaccanti di posto quattro sono Bulaich e Miilen, mentre al centro agiscono Gannar e Tajè, completa la formazione il libero Barbagallo.

Olbia 0-3

Olbia va subito sullo 0-3, ma le Leonesse reagiscono immediatamente ed entrano in partita ribaltando il parziale e portandosi sull’8-4. Il pallonetto di Torcolacci e l’ace di Boldini valgono il 12-6. Olbia prova ad accorciare con l’attacco al centro di Gannar, ma prima Pamio e poi Consoli in fast rispondono per Millenium (17-12). Altro allungo di Brescia con la pipe di Obossa e la battuta vincente di Consoli (20-13). Le giallonere arrivano a set point con due attacchi da posto 2, prima di Cvetnic e poi di Obossa. È proprio l’attaccante croata dai 9 metri a chiudere il parziale a favore della Valsabbina (25-15).

Parte nuovamente avanti Olbia, ma la Valsabbina è ancora una volta abile a ribaltare il break: protagonista Torcolacci autrice di quattro punti in questo avvio di secondo set. Guadalupi ferma il gioco sul 10-5 e manda in campo Fontemaggi per Miilen. Cvetnic è on fire e realizza tre punti consecutivi. Olbia prova a rientrare trascinata da Bulaich, ma Obossa e Torcolacci con l’ace portano a 7 le lunghezze di vantaggio (17-10). Consoli in fast e il muro-punto di Torcolacci valgono il 20-12. Coach Beltrami manda in campo Zorzetto al posto di Pamio. La squadra ospite si riporta a -4 con il muro di Bresciani e l’attacco di Bulaich (23-19). Pamio rientra e regala a Brescia la palla del 2-0. Il set viene chiuso 25-21 da Obossa.

Terzo set

Super avvio delle Leonesse nel terzo set che volano sul 4-0. Il rigore di Torcolacci e il pallonetto di Obossa valgono il nuovo allungo (9-4). Olbia rimonta fino all’11 pari nel turno in servizio di Tajè sfruttando diversi errori della formazione casalinga. Millenium si riporta in vantaggio con il pallonetto di Obossa e due monster-block consecutivi di Consoli (16-12). Botta e risposta tra Schirò e Obossa, poi Fontemaggi fissa il punteggio sul 19-16. Brescia prova lo strappo finale con il muro di Torcolacci e ancora il suo opposto, ma Olbia non molla e si riporta a -3 con Bulaich (22-19). Altri due punti di Obossa valgono il match point ed è ancora una volta la numero 11 della Millenium a chiudere definitivamente la gara e portando a Brescia i 3 punti.

La Valsabbina ottiene la sesta vittoria consecutiva, la settima in questo avvio di campionato, e sale a quota 22 punti in classifica a cinque lunghezze di vantaggio da Trento, prima inseguitrice di Millenium.

Le dichiarazioni

Sara Taje, centrale di Hermaea Olbia:

«E’ stata una partita molto difficile con un avversario veramente forte. Incontrare Brescia in questo momento era davvero complicato. Abbiamo provato sin dall’inizio a imporci, sapevamo che sarebbe stato difficile e abbiamo tentato a sprazzi di tenere il loro ritmo. Per qualche momento ce l’abbiamo fatta ma contro queste squadre per tentare di vincere bisogna tenere alto il ritmo per tutta la durata della partita. Siamo andate in grossa difficoltà in ricezione in alcuni momenti, quando saltano certi fondamentali il gioco diventa scontato ed è ancora più dura. Abbiamo provato fino all’ultimo ma purtroppo non è bastato con un avversario così».

Serena Scognamillo

«Siamo molto contente dei bei risultati che stiamo ottenendo, sicuramente sono tutti frutto del duro lavoro che stiamo portando avanti in palestra. Ci alleniamo costantemente con grande impegno, lavorando su di noi per migliorare il nostro gioco ancor prima di studiare gli avversari. Sono davvero contenta che si vedano i frutti di questo lavoro, è una gran soddisfazione perché siamo un gruppo nuovo e giovane che ha tanta voglia di dimostrare le proprie qualità. Riuscire a fare questo la domenica è ciò che ci rende più felici»

Seguici sui nostri canali
Necrologie