Sport
Volley

Millenium Brescia, a Trento ha la meglio la squadra di casa

Coach: "Credo che questa partita faccia parte del percorso ed è una sconfitta che può rivelarsi utile per capire che dobbiamo essere esigenti e mai passivi quando giochiamo".

Millenium Brescia, a Trento ha la meglio la squadra di casa
Sport Brescia, 26 Settembre 2022 ore 17:58

Nella terza uscita stagionale arriva il primo ko per la Banca Valsabbina Millenium Brescia che in trasferta al Sanbapolis di Trento viene superata dell’Itas Trentino. Dopo un primo set molto combattuto, le padrone di casa si impongono con un netto 4-0.

La partita

Parte forte Brescia che si porta avanti 3-7 con Cvetnic che prima piega le mani del muro e poi va a segno con un pallonetto. Trento rimonta (9-9) con l’attacco in parallela di Mason e la diagonale stretta di Michieletto. Break da parte delle padrone di casa che con il muro di Michieletto salgono 13-11. Le ragazze di Beltrami ricuciono lo svantaggio con l’attacco dalla seconda linea di Cvetnic, poi il rigore di Torcolacci e la parallela di Orlandi portano il punteggio sul 18-20. Trento riagguanta il pareggio sul 23 pari ed arriva a set point con la pipe di Michieletto. Le Leonesse non mollano e due punti consecutivi di Cvetnic portano Millenium a set point, ma Trento lo annulla con il primo tempo di Moretto (27 pari). La centrale delle padrone di casa riporta le padrone di casa in vantaggio con l’ace. Cvetnic cerca le mani del muro, ma l’arbitro non ravvisa il tocco e il set va così in direzione di Trento (31-29).

Confermati i sestetti per il secondo set, con Trento che inizia meglio e si porta sul 7-2. L’ace di Moretto vale il 9-2. Doppio cambio per Trento: Bonelli e Dehoog lasciano il campo a Bisio e Stocco. Subito protagoniste le neoentrate, prima Stocco realizza una battuta vincente, poi Bisio un muro-punto (14-3). Il rigore della ex Fondriest vale il 17-5, nel frattempo Zorzetto subentra a Cvetnic. Brescia prova a reagire e realizza due punti consecutivi con i suoi centrali. Altro punto diretto in battuta per le padrone di casa con Bisio (22-8). Il punto di seconda da parte di Stocco vale il set point che viene realizzato da Michieletto. Si chiude così 25-11 un secondo parziale da dimenticare per Brescia.

Dal terzo set spazio a Pamio al posto di Orlandi, mentre Trento conferma la stessa formazione che ha iniziato le prime due frazioni di gioco. Altro ottimo avvio delle padrone di casa che con una duplice battuta vincente di Dehoog vanno avanti 6-2. Millenium accorcia con Obossa al servizio fino al 7-5. Doppio punto di Pamio (10-8). Per Brescia entra Ratti per Obossa, nel frattempo Trento sale a 14-9 con l’ace di Mason. Esordio con la maglia di Brescia per Munarini che prende il posto di Consoli. Le Leonesse provano a chiudere il gap con il rigore di Ratti e l’ace di Torcolacci, ma Dehoog con tre punti consecutivi conduce Trento al 20-14. Muro di Moretto che vale il set point, che viene subito realizzato da Mason (25-16).

Rivoluzionate le formazioni nel quarto set. Il sestetto di Brescia è composto da Foresi-Ratti, Munarini-Consoli e Pamio-Zorzetto. Saja schiera invece Stocco-Bisio, Fondriest-Moretto, Mason-Michieletto A. e il libero Libardi. Buon inizio di set da parte delle ragazze di Millenium che conducono 5-9. La fast di Munarini vale il 7-11. La squadra di casa riagguanta il pareggio a quota 12 con il duplice ace di Stocco. Il rigore di Consoli e l’ottimo attacco di Ratti portano Brescia nuovamente avanti di due lunghezze. Trento riacciuffa il pari e con il duplice ace di Michieletto va sul +2 (20-18). Ratti e Pamio firmano il controsorpasso bresciano. Trento graziata dagli errori di Brescia nel finale riesce a portare a casa anche il quarto parziale (25-22).

Le parole del coach

 

«È un peccato, perché è un’occasione sprecata per sfidare al nostro meglio una squadra forte e confrontarci con il suo valore – dice coach Beltrami al termine del match – Abbiamo fatto bene nel primo set e per un po’ di confusione non siamo riusciti a chiuderlo. E’ uscito il nostro lato negativo che fino ad oggi era rimasto nascosto. Abbiamo perso le nostre sicurezze e da lì non ci siamo più risollevati. Credo che questa partita faccia parte del percorso ed è una sconfitta che può rivelarsi utile per capire che dobbiamo essere esigenti e mai passivi quando giochiamo»

Queste le parole di Orlandi dopo la gara:

«Il primo set abbiamo espresso un buon gioco, sul finale abbiamo sprecato qualche occasione di troppo che non ci ha permesso di vincerlo. Dal secondo parziale in poi abbiamo avuto il freno a mano tirato e siamo calati in tutti i fondamentali. Abbiamo provato a reagire ma le avversarie hanno espresso un ottimo gioco e ci hanno messo in difficoltà. Ci servirà per fare esperienza. Da martedì torneremo in palestra per proseguire il nostro percorso e lavoreremo su ciò che non ha funzionato»

Seguici sui nostri canali
Necrologie