LIVE: Metalleghe Montichiari – Foppapedretti Bergamo

LIVE: Metalleghe Montichiari – Foppapedretti Bergamo
20 Novembre 2016 ore 17:09

METALLEGHE MONTICHIARI 1 FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3 (18-25; 25-21; 24-26; 22-25)

Siamo in diretta dal PalaGeorge di Montichiari per la sesta giornata del campionato di volley femminile, serie A1.

Le padrone di casa della Metalleghe Montichiari, dopo la bella vittoria di settimana scorsa a Modena, ospitano la formazione orobica della Foppapedretti Bergamo, reduce invece da un turno di stop contro Busto Arsizio. 

Squadre in campo con coach Lavarini che schiera Skowronska incrociata a Lo Bianco, Partenio e Sylla ai lati, Popovic e Guiggi in centro, Suelen libero. Barbieri risponde con Dalia e Malagurski sulla diagonale principale, in banda Nikolic e Busa (sostituita prestissimo da Gravesteijn), Gioli ed Efimienko negli spot centrali e Ruzzini libero.

Avvio contratto da parte delle biancorosse che sembrano subire il gioco delle orobiche, punteggio sul 11-7 in questo primo set, ma Bergamo che sembrava pronta a prendere il largo. 

Montichiari tenta di rientrare in partita, ma Foppa che sta trovando buone trame in questo avvio, padrone di casa invece con la sola Malagurski capace di dare garanzie in attacco, anche se l’early-sostituion operata da Barbieri (Busa per Gravestejin) sembra dare i propri frutti. Gara sul 14-12 per la formazione ospite. 

Tra le note positive un PalaGeorge veramente caldo quest’oggi, tantissimi i tifosi accorsi per il derby, con le tribune centrali stracolme. 

Metalleghe che intanto dopo aver trovato il pari a quota 15 è tornata ad inseguire: 18-15.

Torna in campo intanto, in veste di banda d’eccezione, Paola Cardullo, reduce da un lungo stop.

Foppapedretti che si dirige a gonfie vele verso la conquista del primo parziale, il colpo d’astuzia di Partenio vale il 23-17.

SI CHIUDE IL PRIMO SET! 25-18 in favore delle orobiche.

Secondo parziale con Barbieri che sceglie Busa al posto di Gravestejin, vedremo se l’esterna serba saprà dare le risposte giuste al tecnico. 

Buon break da parte delle biancorosse che si portano sul 5-1 e costringono Lavarini al timeout discrezionale, intanto analizzando i dati del primo set Montichiari che ha ricevuto con il 18% (contro il 56 di Bergamo) e attaccato con il 44% (vs 60).

Continua il buon momento della Metalleghe che con la pipe della Malagurski si porta sul 9-4. Per l’opposto 10 punti nel corso del primo set e gioco delle monteclarensi che come linee d’attacco sembra ricalcare in parte quello mostrato nelle scorse stagioni quando quello spot era occupato dalla “top-scorer” Bera Tomsia.

Tanti errori in battuta da parte della Foppa in questo avvio di secondo parziale, l’imprecisione in questo fondamentale sta costando cara alle ragazze di coach Lavarini, mentre il videocheck conferma il 13-7 Montichiari. Corre ai ripari il coach che rileva Lauro Partenio per dare spazio ad Alessia Gennari, decisamente più offensiva e considerata più adatta a guidare la riscossa. 

Mini-break da parte di Bergamo con Martina Guiggi sugli scudi, a cui rispondono due punti consecutivi di Efimienko, in evidenza: gara sul 15-11. 

Dalia che da un paio di partite a questa parte sembra aver trovato una buona intesa con le compagne e alzato il livello del proprio gioco: nella circostanza la fast giocata con Gioli vale gli applausi del pubblico e il 17-13 in favore delle monteclarensi. 

Spazio anche per Boldini e Lualdi, la giovane palleggiatrice, nonostante l’età, è una ex Foppa, anche se a dire il vero il suo cartellino è ancora di proprietà delle orobiche, con cui giocherà le fasi finali del campionato under 18 la prossima primavera.

Scambio rocambolesco, ma la palla tocca terra: dopo una difesa fortunosa è Nikolic a griffare il 19-16, importante conservare il cambio-palla in questo scorcio finale di secondo parziale. 

Break Montichiari! 21-17 e time-out Lavarini, prima un errore di Sylla al servizio, poi un mani-out di Busa potrebbero aver dato lo strappo decisivo al set. 

Ancora Busa! L’esterna classe 1994 sfodera un colpo d’alto rango e mette a terra una diagonale nei meandri di posto 4 da vera campionessa, punteggio sul 23-18.

MONTICHIARI FA 1-1! E’ Malagurski a firmare il punto decisivo: 25-18 e giochi in parità!

Avvio di terzo parziale con Barbieri che conferma il sestetto iniziale, Lavarini invece ancora in cerca della quadratura del cerchio, soprattutto in banda dove sembra essere tornato alla soluzione Partenio-Sylla, ma senza troppa convinzione. 

Intanto Malagurski continua a martellare da posto 2, difficile da contenere oggi il martello serbo classe 1990.

E’ 6-2 Montichiari in questo terzo set, mentre le statistiche del secondo parziale indica un netto miglioramento nelle percentuali di contrattacco da parte delle padrone di casa, che hanno costruito lì la vittoria, assieme agli errori avversari (tanti, 7).

Bella e vincente la prestazione sfoderata dalla Metalleghe, il tabellone luminoso indica 9-5, ma Bergamo sembra in difficoltà nel leggere la partita e scardinare la retroguardia avversaria. Solo Sylla riesce a mettere palla a terra con continuità e la stessa Skowronska, nonostante l’esperienza, appare spaesata.

Qualche errore di troppo riporta in partita Bergamo, prima Busa sbaglia nel valutare out la battuta della stessa Skowronska, poi Nikolic angola troppo la parallela: 10-9 Montichiari e timeout Barbieri.

Arriva anche la prima mossa concreta da parte del timoniere monteclarense: Lualdi dà il cambio a Efimienko e subito nuovo break: 13-10 per le biancorosse. 

Tra le protagoniste silenoiose del match anche Jole Ruzzini, veramente in giornata di grazia il libero monteclarense che sta facendo sudare sette camice alle bocche di fuoco orobiche prima di mettere la palla a terra nelle sue zone di competenza.

Gara sul 18-15, Montichiari che sta conservando senza eccessiva difficoltà il vantaggio e che può prendersi la licenza di forzare al servizio, dall’altro lato Sylla unica bocca di fuoco a rispondere “presente” con regolarità.

Ancora troppi errori da parte della Foppa al servizio, Montichiari che scappa sul 20-17 e inizia a sognare in grande. 

Ennesimo errore al servizio, ma quanti sono? 21-18 Montichiari, che ringrazia. 

Clima infuocato al PalaGeorge, il 22esimo punto delle monteclarensi costringe Lavarini al timeout discrezionale e scalda i tamburi dei sostenitori della Metalleghe. 

Ruggito di Lualdi! La giovane centrale classe 1995 dice no a Skowronska e Montichiari sul 23-20. Due soli punti alla conquista del set. 

Veloce di Simona Gioli che abbatte Leo Lo Bianco, c’è almeno una decade di volley femminile condensato in questo scambio: Montichiari al set point sul 24-23, che finale di set al PalaGeorge. 

Si va ai vantaggi, la Metalleghe spreca due set-point e Bergamo che si porta sul 24-24, prima che Busa spari fuori e regali il vantaggio a Partenio e compagne. 

IL TERZO SET VA A BERGAMO! 26-24, con la parallela di Skowronska che completa la rimonta da parte degli ospiti. 

Tante le proteste da parte dei monteclarensi per il punto decisivo: più di qualche sospetto di doppia nell’alzata di Suelen per la compagna, ma ora sarà importante non farsi demoralizzare e riprendere ritmo e concentrazione. 

Tra le chiavi di volta della rimonta orobica la prestazione di Laura Partenio che dalla seconda linea ha alzato il livello del proprio gioco.

Quarto set sul 4-2 in favore di Montichiari, raramente in svantaggio nei primi punti del parziale. Martina Guiggi al servizio per Bergamo. 

Da un lato Malagurski sembra aver perso potenza nelle proprie giocate, dall’altro Partenio ha ritrovato fiducia nelle proprie giocate. 

Punto a punto la gara, Montichiari che sembra quasi spaventata del crollo accusato sul finale di terzo set e ora succube della difesa orobica, prima Skowronska, poi l’esperta Paola Paggi dicono di no a Bianka Busa e griffano l’aggancio a quota 6. 

Gara sul 13-12 in favore di Montichiari, piccola pausa derivante da alcuni problemi del computer del refertista, ma gioco ripreso regolarmente con le padrone di casa che provano a gestire l’esiguo vantaggio, mentre Partenio continua a martellare da posto 4, suo spot preferito. 

Primo vantaggio Bergamo in questo quarto set, gara sul 16-15 in favore delle ragazze di coach Lavarini. 

Lotta serrata al PalaGeorge, la parallela di Skowronska vale il 18 pari. 

Gioli chiama, Skowronska risponde: 19 pari. 

Nikolic attacca out e Bergamo assapora il nuovo vantaggio, impreziosito dall’errore scolastico di Dalia: 21-19 in favore delle orobiche che alzano il muro e tentano di chiudere la contesa. 

Attacco dal coefficiente altissimo per Skowronska che fa 23-20: set in dirittura d’arrivo e tigri chiamate al ruggito, ora o mai più. Timeout Barbieri!

NIENTE DA FARE! FINISCE 3-1 AL PALAGEORGE. Foppapedretti che espugna Montichiari in un derby ad altissimo livello: un peccato per le ragazze di Leo Barbieri, comunque molto applaudite dal pubblico di casa e che cercheranno maggior fortuna nell’impegno di Bolzano, tra sei giorni. 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia