Sport
Tennis

L’Italia cede alla Croazia ma è ancora in corsa: domenica il play-off qualificazione contro Israele

Oltre alle due sfide che valgono la qualificazione per la fase finale della competizione targata Tennis Europe, previste in contemporanea a partire dalle 8.45, domenica a Brescia si giocheranno anche gli spareggi per 5° e 7° posto.

L’Italia cede alla Croazia ma è ancora in corsa: domenica il play-off qualificazione contro Israele
Sport Brescia, 24 Luglio 2022 ore 09:40

Se c’era una giornata ideale per concedersi una sconfitta era esattamente questa.

Sofia Ferraris brilla

Perché l’Italia femminile under 12 aveva già messo in ghiaccio in anticipo la qualificazione per i play-off della Summer Cup by Dunlop, quindi l’ultima sfida del Gruppo B contro la Croazia serviva solamente a definire la prima del girone, che domenica se la vedrà con la seconda dell’altro gruppo. Per questo, la sconfitta per 2-1 rimediata dalle azzurrine sui campi del Tennis Forza e Costanza 1911 di Brescia spaventa fino a un certo punto, anche perché il tennis espresso dal team capitanato da Alberto Tirelli è stato comunque di qualità. La migliore di giornata è stata la friulana Sofia Ferraris, che nel singolare inaugurale ha vinto il primo set contro Sophia Santos e ha dato l’impressione di potersi aggiudicare la partita, ma col passare dei minuti la rivale è salita di livello e ha avuto la meglio in rimonta, con il punteggio di 4-6 6-3 6-2.

Vittoria di Marta Džanic

Nel secondo incontro, invece, la toscana Anna Nerelli ha rimediato la prima sconfitta della sua Summer Cup, arrendendosi con un doppio 6-3 in una sfida interpretata meglio dalla croata Marta Džanic, brava a fare la differenza nelle fasi decisive di un confronto piacevole. A successo ormai sfumato, le azzurre si sono comunque prese la soddisfazione di vincere un punto grazie al doppio, che ha visto la coppia Casalino/Ferraris imporre la propria superiorità alla distanza contro Brozina/Džanic, in particolare in un match tie-break iniziato col piede sull’acceleratore e chiuso senza patemi, per il 6-2 4-6 10/3 finale.

L'Italia

In virtù della sconfitta, l’Italia ha chiuso al secondo posto il Gruppo B, il che significa che domenica si giocherà l’accesso alla fase finale della competizione (dal 4 al 7 agosto ad Ajaccio, in Corsica) contro le rivali di Israele, prime classificate nel Gruppo A grazie a tre vittorie in altrettante sfide. Un risultato prezioso anche alla luce del fatto che quella israeliana è l’unica nazionale arrivata a Brescia con due giocatrici nate nel 2011 (Ofir Manhard e Tohar Mulakandov), quindi di un anno più giovani rispetto alle avversarie. Eppure, le ragazze capitanate da Igor Yunin hanno spadroneggiato in tutti i match giocati, completando la fase a gironi con un comodo successo ai danni del Portogallo. A contendere un posto ad Ajaccio alla Croazia ci sarà invece la Grecia, che sta vivendo il suo miglior periodo di sempre a livello professionistico (grazie alla numero 3 del mondo Maria Sakkari e al numero 4 Stefanos Tsitsipas) e ora punta in alto anche col settore giovanile. Sabato le greche hanno sconfitto senza difficoltà i Paesi Bassi, condannati all’ultimo posto nel Gruppo A. Oltre alle due sfide che valgono la qualificazione per la fase finale della competizione targata Tennis Europe, previste in contemporanea a partire dalle 8.45, domenica a Brescia si giocheranno anche gli spareggi per 5° e 7° posto: nel primo la sfida sarà fra Bulgaria e Portogallo, nel secondo si affronteranno Turchia e Paesi Bassi.

In evidenza una foto di Mattia Sassoli.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie