Sport
Basket

La Germani Brescia trionfa a Napoli e continua a far sognare

Magri: "Continuiamo a essere una squadra che prende consapevolezza del ruolo che vuole avere da qui alla fine del campionato”.

La Germani Brescia trionfa a Napoli e continua a far sognare
Sport Brescia, 10 Aprile 2022 ore 10:13

La Germani Brescia trionfa al PalaBarbuto di Napoli.

Il trionfo nonostante tutto

Una vittoria che giunge al termine di una prestazione non totalmente brillante, arrivata alla fine di una partita nella quale ha pesato l’assenza di Mike Cobbins, alle prese con un virus gastrointestinale, e tra le più tese e intense dell’intera stagione, contro un’avversaria in forma smagliante e con l’attitudine del vero osso duro. Tuttavia, Moss & compagni conquistano altri due punti dal peso specifico importantissimo al fine di consolidare un terzo piazzamento in classifica prestigioso e meritato, sognando sempre più in grande e custodendo la certezza che quanto di buono raccolto finora sia ormai un sedimento certo e indiscutibile. Il tutto sprecando un ottimo vantaggio maturato alla fine di un primo quarto sontuoso, seguito dalla coraggiosa rimonta napoletana, puntellato dopo aver resistito ai tentativi dei padroni di casa di prendere le redini della partita e, infine, chiuso con merito nel momento clou, raddoppiando sforzi ed energie necessari per portare a casa il successo numero 18 in stagione, che permette di continuare a sognare in grande e di godersi una classifica assolutamente eccezionale.

Ottimi risultati

Con un primo quarto particolarmente produttivo, la Germani mette in cassaforte ben 26 punti nei primi 10′ di gioco, staccando gli avversari con quindici lunghezze di scarto (11-26). Napoli fatica a trovare la via del canestro e per oltre 6′ non raccoglie punti dal campo ma poi, spinta da un mini-parziale a proprio favore e da un’intensità difensiva nettamente più alta rispetto alle prime battute di gioco, la squadra partenopea ingrana e prova ad assottigliare il gap, approfittando anche di un calo di lucidità della Germani e numerose palle perse. La via è tutt’altro che spianata per Brescia, che prima dell’intervallo attraversa una fase di impasse, con la GeVi che azzanna il match e risale pericolosamente la china con un parziale di 18-12, pur non riuscendo ad agganciare la formazione biancoblu che chiude nuovamente avanti sul +9. Al rientro dalla pausa lunga, i padroni di casa proseguono sulla via della rimonta avvicinandosi ulteriormente all’obiettivo sorpasso: centrata la prima inversione di tendenza di serata, i campani causano qualche grattacapo alla Germani e arrivano a strettissimo contatto (55-56 al 30′). Ribaltando nuovamente la tendenza, Brescia raccoglie le ultime energie dal proprio serbatoio per un colpo di coda finale: Napoli è alle calcagna e non molla di un solo centimetro fino ai tesissimi secondi finali della gara: lo sprint decisivo è però tutto bresciano e i ragazzi di coach Alessandro Magro inanellano la quattordicesima vittoria consecutiva.

Coach Alessandro Magro commenta così la gara

“Faccio i complimenti a Napoli, che ha fatto una partita importate. Mi spiace che non ci fosse Maurizio Buscaglia in panchina, ma Francesco Cavaliere ha condotto la partita in maniera eccellente - ha dichiarato -  Abbiamo giocato in un palasport caldo e in un clima playoff: è bello tornare a vivere la pallacanestro con gli spalti gremiti. È stata una partita fisica, abbiamo sbagliato tanto, però abbiamo tenuto difensivamente ed è una cosa importante. Abbiamo giocato con quintetti particolari e la squadra ha trovato risorse importanti. Mi dispiace che una partita così importante sia finita tra le proteste, ma questo esula dagli aspetti tecnici. Preferisco concentrarmi sul fatto che il livello della gara sia stato talmente duro fisicamente che non tutte le squadre avrebbero portato a casa la vittoria. Continuiamo a essere una squadra che prende consapevolezza del ruolo che vuole avere da qui alla fine del campionato”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie