Sport
Basket

La Germani Brescia arriva a quota 13 vittorie

Magro: "Voglio che i miei giocatori continuino a dimostrarmi partita dopo partita di avere sempre la mentalità vincente”.

La Germani Brescia arriva a quota 13 vittorie
Sport Brescia, 04 Aprile 2022 ore 14:42

In passato fare 13 era sinonimo di un colpo di fortuna, che spesso permetteva di vincere spesso una somma cospicua di denaro.

13 vittorie

Per la Germani, però, il significato di questa frase è destinato a cambiare: Brescia fa 13 – nel senso che conquista la tredicesima vittoria consecutiva – ma anche il successo contro la Dolomiti Energia Trentino è tutt’altro che il risultato di un colpo di fortuna. Piuttosto, è il risultato del lavoro che la squadra ha saputo fare in campo per tutti i 40′, prendendo le redini del match, resistendo ai tentativi degli ospiti di tornare in partita e arrivando alla sirena finale con un eloquente +24 (86-62) che le permette di salire a quota 34 punti in classifica e di tenere le mani sul terzo posto della graduatoria.

Una stagione che rimarrà nella storia

Fin dove può arrivare questa Germani Brescia, nessuno lo sa. Quel che è certo, è che questa stagione disputata sulle ali della gloria e del successo è destinata a rimanere negli annali per molto, moltissimo tempo. Nonostante una gara che lo stesso coach Alessandro Magro ha definito tutt’altro che perfetta, Brescia va oltre le assenze per infortunio di Cobbins, uno dei giocatori più in forma degli ultimi mesi, e di Parrillo e gli acciacchi di Burns, facendo di necessità virtù per larghi tratti del match, con quintetti decisamente sperimentali, costruiti attorno agli sforzi di tutti i singoli disponibili. Contro una Dolomiti Energia Trentino come di consueto fisica e intensa, Brescia sa farsi trovare pronta sin dal primo quarto, iniziato con le marce basse ma terminato in crescendo: è da lì che i biancoblu prendono l’inerzia e controllano in maniera continuativa il match, mantenendo una mentalità lucida nel rintuzzare i tentativi di rientro degli ospiti e arrivando in scioltezza alla sirena finale (Gabriel 18 punti, Della Valle 16, Mitrou-Long 13), che decreta il successo numero 17 in campionato della squadra di casa.

Un punto dopo l'altro

Ciò che Brescia concede a Trento è giusto il tempo di un avvio equilibrato per i primi 5′ del primo quarto: superata la seconda metà del periodo, infatti, la Germani inizia subito a prendere il largo nel punteggio. Il +14 collezionato al 10′ viene fortificato dal +13 con il quale il team bresciano archivia il primo tempo, frutto di un apporto corale energico nelle due metà del campo. Al rientro sul parquet, la Dolomiti Energia tenta la reazione per riacciuffare le redini di un match che sembra essere sfumato anzitempo per la formazione bianconera: sulla strada della rimonta, però, c’è una Brescia arcigna che stringe il coltello tra i denti e vola ancora ad alta quota nonostante un tentativo di rientro da parte dei trentini (+11 al 30′). Nell’ultimo quarto, Brescia non fa scherzi: allargando nettamente la forbice del divario, i ragazzi di coach Alessandro Magro gestiscono energie e benzina a dovere, scrivendo un’altra grandiosa pagina di sport.

Le parole del coach

Così Alessandro Magro, coach della Germani Brescia, commenta il match del PalaLeonessa A2A:

“Come avevo detto prima della partita, è stato davvero bello riabbracciare i nostri tifosi al 100% ed è bello festeggiare insieme a loro la tredicesima vittoria consecutiva. Noi cerchiamo sempre di giocare una pallacanestro efficace ma stasera l’abbiamo fatto solo a tratti, in una gara nella quale si è visto quanto sia importante per noi un giocatore come Mike Cobbins e quanto lui ci dia sempre in attacco che in difesa. In ogni caso, era importante vincere e prendere i due punti in palio: ora dobbiamo ricaricare le energie, perché ci aspettano tre partite molto difficili, di cui due contro le nostre più dirette inseguitrici. Sono soddisfatto del risultato ma non troppo del gioco espresso: solo le grandi squadre, però, sono in grado di essere capaci di tenere un livello mentale così alto. Per questo voglio che i miei giocatori continuino a dimostrarmi partita dopo partita di avere sempre la mentalità vincente”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie