CALCIO - SERIE D

La Calvina non molla il sogno play-off: vittoria in extremis e -2

Dopo le tre sconfitte di fila che avevano fatto temere il peggio, due vittorie consecutive rilanciano il Desenzano Calvina nella zona play off

La Calvina non molla il sogno play-off: vittoria in extremis e -2
Sport Garda, 12 Aprile 2021 ore 08:04

La Calvina non molla il sogno play-off: vittoria in extremis e -2.

Il leone non è morto. Dopo le tre sconfitte di fila che avevano fatto temere il peggio, due vittorie consecutive rilanciano il Desenzano Calvina nella zona play off. La venticinquesima giornata, iniziata nella giornata di sabato con ben cinque anticipi, vede infatti il Desenzano Calvina vittorioso per 2-1 contro il Ponte San Pietro che gli consente di rimanere agganciato a due soli punti dal Nibbionnoggiono che oggi occupa l'ultima posizione valida per la fase post-season. Oggi al "Tre Stelle" alla rete di Franzoni segue il pareggio di Ibe e, quando tutto sembra portare all’1-1 definitivo, il guizzo di Luca Ruffini regala il gol della vittoria.

Il tabellino

DESENZANO CALVINA-PONTE SAN PIETRO 2-1 (pt 1-0)
RETI: 33’ pt Franzoni (DC), 36’ st Ibe (P.S. Pietro), 46’ st Ruffini L. (DC)
DESENZANO CALVINA (3-5-2): Sellitto; Chiari, Sorbo, Perotta (22’ Tomasini); Turlini (14’ st Zanolla), Crema, Mazzotti, Franzoni, Ruffini L.; Recino (37’ st Da Mota), Mauri (33’ st Segalina). A disposizione: Ferrara, Ruffini M., Missaglia, Cazzamalli, Ricciardi. Allenatore: Gianluca Rocelli (Michele Florindo squalificato)
PONTE SAN PIETRO (4-3-3): Pagno; Salvi, Alborghetti, Costa, Kritta; Ruggeri, Mandelli (31’ st Moraschi), Rota (1’ st Manzoni); Ferreira Pinto, Ibe, Capelli (43’ st Zambelli). A disposizione: Nozza Bielli, Zenoni, Mara, Bonassi, Brignoli, Ferrari. Allenatore: Giacomo Curioni
ARBITRO: Marco Russo di Torre Annunziata; assistenti Alessio Mauriello di Bologna e Carlo De Luca di Merano
AMMONITI: Zanolla (D), Tomasini (D)
ESPULSI: 19’ st Franzoni (D) per somma di ammonizioni, 29’ st Ruffini M. (D) dalla panchina per proteste
CORNER: 6-2 in favore del Desenzano Calvina
RECUPERO: 0’ + 4’

La cronaca

Formazione pressoché invariata per il Desenzano Calvina rispetto alla vittoria contro la Vis Nova Giussano, con l’unico cambiamento dato dal ritorno di Mazzotti dopo il turno di squalifica – che permette a Cazzamalli di rifiatare – mentre l’allenatore Florindo è costretto a lasciare il posto in panchina al vice Gianluca Rocelli a causa dello stop causato dall’espulsione rimediata nei minuti finali dello scorso turno.
I bergamaschi, dal canto loro, optano invece  per un 4-3-3 con il tridente offensivo formato da Ibe e Capelli ai lati in supporto del capitano ex atalanta Ferreira Pinto.

Parte meglio il Ponte San Pietro che cerca di aggredire fin dai primi minuti i biancazzurri, ma senza nessun pericolo concreto, tanto che la prima palla-gol è dei padroni di casa dopo tredici minuti, con un bel traversone di Recino che pesca Mauri; il numero 10 gardesano serve di sponda Franzoni il quale, all’altezza del dischetto di rigore, lascia partire un tiro insidioso, alzato sopra la traversa dal portiere Pagno.

Il Desenzano Calvina comincia così a scaldare il motore, andando nuovamente vicino al gol del vantaggio al 16’ con il colpo di testa ancora di Franzoni – servito ottimamente da Turlini – ma l’estremo difensore si fa trovare nuovamente pronto, bloccando in presa bassa il pallone.

Al 23’ sono invece gli avversari a creare pericoli dalle parti di Sellitto, con il tocco sotto misura di Ibe, servito da Ferreira Pinto, che si infrange sul palo esterno.

Le occasioni pericolose cominciano ad essere numerose per il Desenzano Calvina, come quella registrata al 26’: Recino intercetta il passaggio di Alborghetti, entra in area dal lato destro e lascia partire un bolide di destro, respinta in calcio d’angolo da Pagno.

Il gol è nell’aria, e arriva puntuale al 33’ con un indomito Andrea Franzoni, bravo e gelido nel piazzare con un preciso piatto destro il pallone che sblocca la partita; l’1-0 conduce direttamente all’intervallo.

La ripresa non vede cambi tra i padroni di casa, mentre gli ospiti inseriscono Manzoni al posto di Rota, ma l’inerzia della partita non cambia, con i gardesani che gestiscono bene, alla ricerca del raddoppio, che potrebbe arrivare al 5’ se il tiro di Recino dal linite dell’area si spegne sul fondo risultasse troppo alto.

Brutta notizia al 19’ per i biancazzurri, che perdono l’autore del gol Andrea Franzoni, espulso per somma di ammonizioni, mantenendo alta la guardia e la voglia di trovare il secondo gol, sfiorato nuovamente da Recino al 20’ con un potente destro, respinto dal portiere avversario.

L’espulsione di Franzoni costringe i biancazzurri a modificare l’assetto, passando ad un 4-3-2, con anche l’inserimento di Tomasini al posto di Perotta per dar manforte al centrocampo.

Al 36’ i bergamaschi riescono a trovare il pareggio con il sinistro di Ibe che si insacca nell’angolino più lontano alle spalle di Sellitto,

I gardesani non si danno per vinti, rituffandosi in avanti, andando vicinissimi al nuovo vantaggio al 40’ con il colpo di testa di Sorbo da azione d’angolo che si infrange sul palo; dal campo viene chiesto il gol, le immagini non aiutano a s fare chiarezza.

L’arrembaggio finale dei biancazzurri viene premiato nel migliore dei modi con la rete di Luca Ruffini al 46’; parte da centrocampo, duetta con Crema e, appena entrato in area, lascia partire la conclusione vincente che viene solo sfiorata da Pagno, prima di terminare la sua corsa nella rete.

Il fischio finale del Sig. Russo, dopo i quattro minuti di recupero, decreta una bellissima e importante vittoria per 2-1 in favore del Desenzano Calvina, che incassa tre punti fondamentali per continuare il sogno chiamato playoff.

Necrologie