Sport
CALCIO - SERIE D

Il Desenzano Calvina sogna in grande: batte il Crema e sale al quinto posto

Punti d'oro che permettono ai gardesani di salire al quinto posto play-off, piazzamento che vogliono difendere fino al termine del campionato. 

Il Desenzano Calvina sogna in grande: batte il Crema e sale al quinto posto
Sport Garda, 19 Aprile 2021 ore 07:49

Il Desenzano Calvina sogna in grande: batte il Crema e sale al quinto posto.

Un indomito Desenzano Calvina batte il Crema tra le mura amiche mettendo in scena un primo tempo perfetto e una ripresa ottimale; il primo gol di Segalina e la rete del solito Recino permettono ai biancazzurri di conquistare tre punti e superare i diretti avversari in classifica. A nulla è valso il momentaneo pareggio su calcio di rigore di Bardelloni. Punti d'oro che permettono ai gardesani di salire al quinto posto play-off, piazzamento che vogliono difendere fino al termine del campionato.

Il tabellino

DESENZANO CALVINA - CREMA 2-1 (pt 1-0)
RETI: 38’ pt Segalina (D), 8’ st rig. Bardelloni (C), 32’ st Recino (D)
DESENZANO CALVINA (3-5-2): Ferrara; Chiari, Sorbo, Zanolla; Turlini, Crema, Mazzotti (35’ st Cazzamalli), Franzoni, Ruffini L.; Recino, Segalina (23’ st Mauri). A disposizione: Bolzoni, Missaglia, Treccani, Tomasini, Ricciardi, Forlani, Da Mota. Allenatore: Michele Florindo
CREMA (4-2-3-1): Ziglioli; Russo, Adobati (36’ st Forni), Gianola, Gerevini; Nelli, Bignami; Campisi (1’ st Salami), Laner (11’ st Poledri), Bardelloni; Ferrari (24’ pt Assulin). A disposizione: Pennesi, Mapelli, Ruscitto, Tomella, Lekane. Allenatore: Andrea Dossena
ARBITRO: Francesco D’Eusanio di Faenza; assistenti Erik Iemmi di Ravenna e Stefano Girgenti di Ferrara
AMMONITI: Gerevini (C), Zanolla (D), Chiari (D), Adobati (C), Ferrara (D)
ESPULSI: nessuno
CORNER: 9-1 in favore del Desenzano Calvina
RECUPERO: 3’ + 4’

La cronaca

Sfida d’alta classifica allo stadio “Tre Stelle” di Desenzano del Garda, con i padroni di casa che ospitano il Crema di Mister Andrea Dossena, avanti in classifica solamente di due lunghezze.

L’allenatore gardesano effettua alcuni cambi rispetto alla formazione che ha pareggiato in casa della Tritium, mandando in campo Ferrara tra i pali al posto dell’infortunato Sellitto e inserendo Zanolla per lo squalificato Perotta; Franzoni riprende il suo posto in campo al posto di Cazzamalli mentre Segalina esordisce da titolare per far rifiatare Mauri.

Il Crema di Mister Andrea Dossena schiera in partenza un 4-2-3-1 con Nicola Ferrari unica punta, assistito da Bardelloni, Laner e Campisi, pronti anche all’arretramento per aiutare il duo Bignami-Nelli.

Il primo pericolo della partita porta la firma di Recino, ottimamente servito da Luca Ruffini, al 9’: l’attaccante biancazzurro controlla bene la sfera lasciando partire un bel tiro che, però, termina alto sulla traversa.

E’ ancora bomber Recino il più pericoloso dei suoi, sfiorando il gol del vantaggio dopo diciassette minuti; Mazzotti scodella un bellissimo pallone in mezzo all’area, la difesa bianconera si lascia sorprendere dall’attaccante che conclude di prima intenzione, lambendo il palo alla destra di Ziglioli.

Al 24’ il match perde uno dei protagonisti, con l’uscita per infortunio di Ferrari, sostituito da Assulin; è Bardelloni ad avanzare come prima punta, lasciando il suo posto al neo entrato.

Il Desenzano Calvina mette in mostra un ottimo gioco collettivo, cercando di sfruttare sia la palla a terra che il lancio lungo per scavalcare la difesa bianconera; su uno di questi, al 38’ i gardesani conquistano un ottima punizione a ridosso della linea laterale, alla destra dell’estremo difensore. La pennellata di Mazzotti è dolce come il miele, ed è troppo ghiotta per non venire sfruttata da Segalina, che trova lo spazio per il tocco sotto misura che regala il vantaggio ai suoi e il primo gol con la nuova maglia.

Dopo appena otto minuti dall’inizio della ripresa, il Crema trova il pareggio su calcio di rigore; il fallo di Sorbo su Laner viene giudicato falloso dall’arbitro, il quale non ha dubbi nell’assegnare il tiro dagli undici metri, che Bardelloni non sbaglia, insaccando alle spalle di Ferrara.

I padroni di casa non si abbattono, sfiorando quasi subito il nuovo vantaggio con Sorbo, scaltramente servito da Recino in area di rigore; la conclusione del capitano termina però alta sulla traversa.

L’1-1 galvanizza entrambe le squadre, che vogliono provare a vincere; lo spettacolo ne guadagna, e le occasioni cominciano a fioccare; detto del tiro di Sorbo, dall’altra parte è Assulin a sfiorare la rete al quarto d’ora, con il pallone che si spegne non lontano dal palo lontano del portiere biancazzurro.

Al 25’ è invece Mazzotti a provare il tiro, ma il portiere Ziglioli non si lascia sorprendere e blocca a terra senza problemi; passano i minuti e i biancazzurri continuano a mantenersi in fase offensiva, dove prima Franzoni non arriva in tempo ad agganciare un cross di Recino e successivamente è proprio il capocannoniere gardesano a mettersi in proprio e a riportare in vantaggio i suoi, con una grandissima conclusione dentro l’area di rigore.

I Florindo boys prendono ancora più coraggio e determinazione, il che spinge la squadra a provare a chiudere il match con una doppia occasione per Mauri nell’arco di due minuti, respinte non senza difficoltà dall’estremo difensore bianconero.

Nonostante il forcing bianconero negli ultimi minuti, con una super parata di Ferrara a tre dalla fine, il risultato non cambia più, vince meritatamente il Desenzano Calvina per 2-1, scavalcando così il Crema e portandosi in piena zona playoff.

Necrologie