Sport
BASKET

Il basket «dribbla» il Dpcm e torna in campo tra le polemiche

La Federazione Italiana Pallacanestro ha allargato la lista delle categorie di interesse nazionale

Il basket «dribbla» il Dpcm e torna in campo tra le polemiche
Sport Brescia, 07 Gennaio 2021 ore 10:36

Il basket «dribbla» il Dpcm e torna in campo tra le polemiche.

La Federazione Italiana Pallacanestro ha infatti aperto il 2021 inviando al Coni una lista aggiornata delle categorie ritenute di interesse nazionale e alle quali è consentito - da Dpcm - allenarsi e giocare (senza mascherine nè protocolli particolari). Nella lista, che fino al oggi comprendeva solo Serie A e B maschile e Serie A1 e A2 femminile, sono entrate ora anche Serie C Gold e Silver, B femminile e giovanili d’Eccellenza (l’Eccellenza maschile Under 20, 18, 16, 15 e l’Elite Under 14 e la femminile a livello Under 18, 16, 15 e 14). Una miriade di atleti che dal 16 gennaio potranno tornare sui parquet e nelle palestre, anche se le polemiche non mancano. «Un 13enne che ha la fortuna di giocare in una società di Eccellenza non infetta, ma un suo coetaneo più scarso sì» è la principale critica mossa a questo provvedimento della Fip, recepito dal Coni. Ma a spaventare più di tutti è l'effettiva mancanza di un vero protocollo che possa quantomeno contenere il rischio di contagio. Se così sarà, dal 16 gennaio nelle palestre - luoghi chiusi - si alleneranno senza regole centinaia di ragazzi, mentre ad esempio nei campi di calcio - luoghi aperti - si dovrà tenere mascherina e distanziamento, in un vero e proprio caos all'italiana.

Necrologie