Sport
Calcio

I Giovanissimi del Lumezzane si qualificano alla fase regionale

Ben 24 punti stagionali realizzati, 9 vittorie e una sola sconfitta, 68 gol fatti e 10 subiti.

I Giovanissimi del Lumezzane si qualificano alla fase regionale
Sport Valli, 07 Dicembre 2021 ore 11:01

Grazie alla vittoria esterna maturata per 3 a 1 nello scontro diretto contro l’Oratorio San Michele, i giovanissimi 2008 del Lumezzane hanno matematicamente conquistato il pass per la fase 2 del campionato che di fatto equivale alle fase regionale. Ben 24 punti stagionali realizzati, 9 vittorie e una sola sconfitta, 68 gol fatti e 10 subiti. Sono i numeri collezionati dalla formazione guidata dal mister Nolan Zani che a gennaio potrà misurarsi con merito contro avversari provenienti da tutte la Lombardia.

Le parole del Direttore Generale Luigi Mancini

 «Con questa affermazione potremo schierare tutte le squadre dell'attività agonistica ai campionati regionali allineandoci così alle società giovanili più blasonate. È il segno che stiamo colmando il gap qualitativo da cui siamo partiti tre anni fa, considerando anche un anno e mezzo di sospensione per Covid. Il settore giovanile è al centro del nostro progetto - prosegue il Direttore Mancini -. Abbiamo l'obbiettivo difficile di coniugare sociale e qualità: il sociale per essere parte integrante del territorio, la qualità per preparare i nostri ragazzi alla prima squadra. La nostra buona immagine vuole essere sostanza e non apparenza. Per questo la metodologia adottata, ed esportata anche in altre società, è rivolta alla formazione della personalità e del carattere del bambino prima e del ragazzo poi. Formare il "giocatore pensante" significa anche aiutare la crescita del ragazzo pensante. Non tutti i nostri ragazzi diventeranno calciatori, ma tutti saranno cittadini e noi come Società dobbiamo fare la nostra parte. Nel lavoro quotidiano non c’inventiamo nulla. Vogliamo essere coerenti rispetto alle dichiarazioni e agli impegni che si prendono verso i ragazzi e verso le loro famiglie. Rispetto, educazione, senso di appartenenza e valore del gruppo sono i principali altri che cerchiamo di trasmettere. Il cerchio che si forma tra giocatori e tecnico è il momento in cui tutti sono alla pari e hanno la possibilità di esprimersi. Crediamo in questa metodologia, ma la sfida più grande è quella della coerenza con la quale vogliamo affermarla».

Il Direttore Generale Settore Giovanile Cristiano Sala

 «Il risultato raggiunto dai giovanissimi 2008 rappresenta il frutto della crescita graduale del gruppo. Da gennaio i ragazzi potranno confrontarsi in un campionato più competitivo ed è importante anche in vista della prossima stagione della prossima stagione che li vedrà impegnati in un campionato regionale sin da settembre. Aver raggiunto la “fase 2” del campionato è anche il coronamento del buon lavoro svolto dal mister Nolan Zani che segue questi ragazzi da tre anni. Sono ragazzi che nonostante la giovane età possono migliorare ancora molto. Sono nell’età d’oro della fase motoria e possono migliorare tanto sia a livello tecnico sia a livello caratteriale. I giovanissimi 2008 sono il primo gruppo del nuovo corso perciò come Società FC Lumezzane siamo oltremodo contenti - prosegue il Direttore Sala - perché conferma quanto di buono stiamo facendo. I risultati che stiamo conseguendo dopo i primi mesi di attività sono molto buoni, sia dell’agonistica sia dell’attività di base. Da un lato ci sentiamo confortati, ma dall’altro ci sentiamo stimolati e spronati a fare ancora di più. Oltre a far divertire i ragazzi e aiutarli nel percorso di miglioramento tecnico cerchiamo anche di diffondere una filosofia di etica sportiva. Un aspetto per noi fondamentale. Non a caso ogni gruppo squadra ha un dirigente con il compito specifico di vigilare sul comportamento dei ragazzi. Il dirigente è incaricato di verificare che gli atleti si vestano e si comportino in un certo modo, che gli spogliatoi vengano puliti sia in casa sia in trasferta. Cerchiamo di monitorare il più possibile anche questi aspetti e periodicamente organizziamo delle riunioni con tutti gli staff. Siamo convinti che il calcio e lo sport in generale debbano andare di pari passo con la disciplina e il rispetto. Nei nostri programmi - conclude il Direttore Sala - abbiamo aggiunto lo sviluppo della crescita cognitiva. L’obiettivo è migliorare l’attenzione nella fase di svuluppo del bambino e ridurre al minimo gli errori al fine di migliorare la performance sportiva».

L'allenatore Giovanissimi 2008 Nolan Zani

«È la terza stagione che seguo questo gruppo - esordisce il mister Zani -. Parlare di terza stagione suona strano perché l’ultimo anno e mezzo s’è svolto a singhiozzo e soltanto con qualche allenamento e pochissime amichevoli. Da quando ho iniziato il percorso con i ragazzi del 2008 ho notato un notevole miglioramento in ognuno di loro. Valutare la crescita in questa fase di età è veramente difficile in quanto si palesa anche un forte sviluppo fisico-motorio legato al passaggio dalla preadolescenza all’adolescenza che può trarre in inganno. Durante la settimana ai ragazzi cerco sempre di trasmettere positività perché solo in un contesto sano e piacevole si riesce a evincere il meglio da ogni atleta. I giorni non sono mai uguali e durante la stagione ci possono essere problemi e momenti difficili dovuti agli umori o a tante altre situazioni, ma nonostante questo cerchiamo di superare tutte le difficoltà sdrammatizzando gli aspetti negativi. Ai ragazzi chiedo altresì di avere pazienza e non volere tutto e subito perché ci vogliono almeno una decina anni di settore giovanile prima di arrivare tra i grandi. Detto questo - prosegue il mister Zani - debbo dire che sono molto orgoglioso dei ragazzi perché si mettono sempre a piena disposizione di tutta la squadra e questo ci permette di lavorare con la massima serenità e serietà. Credo che il percorso di crescita di un ragazzo raggiunga il suo apice quando si ha la possibilità di confrontarsi con altri ragazzi con le stesse possibilità di riuscita. Giocare la fase regionale ci darà la possibilità di giocare con avversari dai quali avremo molto da imparare, ma soprattuto potremo affrontare partite con un tasso tecnico più elevato. Il campionato che affronteremo sarà più competitivo e totalmente diverso. Da gennaio capiremo e misureremo le nostre capacità e visti i traguardi raggiunti saranno necessarie buone dosi d’impegno, passione e orgoglio di far parte del Lumezzane. Sono ragazzi con moltissime risorse perciò il loro miglioramento sarà inevitabile; auguro a tutti loro di fare categorie importanti quando saranno adulti! Ad oggi - conclude il mister Zani - è però difficile dire dove potrà arrivare questo gruppo perciò cercheremo di goderci ogni singolo momento».

 

Necrologie