Sport
Sport

Dalla serie A1 volley di Bergamo alla Nazionale femminile Estone, la nuova avventura del salodiano Maurizio Negro

Preparatore atletico 32enne nato a Bergamo ma cresciuto a Salò, è dottore in Scienze Motorie.

Dalla serie A1 volley di Bergamo alla Nazionale femminile Estone, la nuova avventura del salodiano Maurizio Negro
Sport Garda, 22 Aprile 2022 ore 16:00

Una nuova avventura sta per essere vissuta da Maurizio Negro.

Parole di gratitudine

32 anni, nato a Bergamo ma cresciuto a Salò è dottore in Scienze Motorie. Fino all’età di 17 anni la sua più grande passione è stata il calcio, l’incontro con il Volley è avvenuto alla Libertas Pallavolo Salò. Tra pochi giorni partirà per seguire la nazionale femminile di pallavolo dell’Estonia, dopo aver lavorato quest’anno per la serie A1 a Bergamo, esperienza di cui conserva un ricordo più che positivo.

"Mi risulta difficile riassumere una stagione con un solo aggettivo – ha dichiarato – Sicuramente è stata emozionante in tutte le sue accezioni, nei momenti belli e in quelli più difficili. Bergamo è una società storica ed essere entrato a farne parte per me è stato un motivo di orgoglio e un onore. Il nostro pubblico capitanato dalla nobiltà rossoblù ci è sempre stato vicino con il suo calore e ci ha dato una spinta in più. Ogni anno ho la fortuna di potermi confrontare con atlete diverse e di diversa nazionalità e quindi diversa cultura. Questo per me è un motivo di arricchimento non solo dal punto di vista professionale ma anche umano. Devo ringraziare ogni singola atleta per il lavoro svolto insieme. Chiaro che la società ci ha messo nelle condizioni migliori per lavorare e quindi un plauso importante va a loro. Last but not least, voglio ringraziare tutto lo staff che nei momenti difficili ha continuato a lavorare dando sempre massima fiducia al raggiungimento dell’obiettivo".

L'articolo con l'intervista completa nel numero di GardaWeek/MontichiariWeek in edicola da venerdì 22 aprile.

In evidenza una foto di Volley Bergamo.

Seguici sui nostri canali
Necrologie