CALCIO E DISABILITA'

Calcio per disabili, a Sirmione nasce una nuova scuola calcio inclusiva

La Garda Soccer Academy abbraccia il sociale e lo fa presentando la nuova scuola calcio per ragazzi e ragazze con disabilità cognitiva che avrà inizio da settembre nel centro sportivo di Sirmione. Presenti i sindaci di Sirmione e Padenghe sul Garda

Calcio per disabili, a Sirmione nasce una nuova scuola calcio inclusiva
Sport Garda, 08 Luglio 2021 ore 07:32

Calcio per disabili, a Sirmione nasce una nuova scuola calcio inclusiva.

Cinque mani che si stringono per un progetto sportivo e sociale ad ampio raggio. La Garda Soccer Academy abbraccia il sociale e lo fa presentando la nuova scuola calcio per ragazzi e ragazze con disabilità cognitiva che avrà inizio da settembre nel centro sportivo di Sirmione.

Il progetto è frutto di una partnership tra Sirmione Calcio, Vighenzi Calcio (le due realtà formano la Garda Soccer Academy), Comune di Sirmione, Anffas Desenzano e Proloco Sirmione. L'intento dei cinque partner è quello di creare un polo a misura di fragilità che possa promuovere l'inclusione e la pratica sportiva di ragazzi e ragazze soggetti a disabilità cognitiva.

Differenti, ma complementari i ruoli svolti dai player in campo: il Sirmione Calcio metterà a disposizione l'impianto di via Leonardo da Vinci, bandiera lilla per l'altissima accessibilità ad ogni forma di disabilità, la Vighenzi Calcio si occuperà dal lato tecnico con lo staff che seguirà i ragazzi sul campo. Il Comune di Sirmione è ente istituzionale di riferimento, che promuoverà il progetto sul territorio e lo sosterrà con forme di patrocinio.

Lo stesso Comune di Sirmione è stato primo interlocutore dell'intesa grazie all'idea promossa dalla Commissione Servizi alla Persona. Anffas Desenzano sarà partner strategico in quanto la formazione di calcio già presente all'interno dell'istituto desenzanese svolgerà a pieno le proprie attività calcistiche a Sirmione sotto l'occhio attento di tecnici e dirigenti.

Infine, Proloco Sirmione si occuperà di iniziative extra-calcistiche inclusive che possano portare reale integrazione sul territorio per i soggetti fragili.

La stagione avrà inizio a settembre, la squadra svolgerà un allenamento a settimana oltre che la partita. Si giocherà a 5 o 7 giocatori, a seconda delle adesioni al progetto, che al momento sono una quindicina con grande interesse sul territorio. Discorso analogo sul campionato che verrà disputato, i cui dettagli saranno presentati a settembre. Il progetto di scuola calcio inclusiva è stato portato a Roma - Sport e Salute, ex Coni -, con la partecipazione al bando «Sport&Inclusione» che ne prevede il finanziamento e di cui si attende l'esito. La squadra avrà sede a Sirmione dove svolgerà allenamenti e partite. Crescente l'entusiasmo attorno al progetto, che apre le porte del centro sportivo di Sirmione ad ogni forma di fragilità.

Presenti alla conferenza stampa, il sindaco di Sirmione Luisa Lavelli, il sindaco di Padenghe Albino Zuliani, il presidente del Sirmione Calcio Ernesto Caliari, il direttore generale della Vighenzi Calcio Franco Goddini e il presidente di Anffas Fiorenzo Pienazza.

 

Necrologie