Sport
Calcio

Andrea Caracciolo è il nuovo presidente del Football Club Lumezzane

Caracciolo si è poi soffermato sul doppio salto avvenuto in pochi mesi.

Andrea Caracciolo è il nuovo presidente del Football Club Lumezzane
Sport Valli, 11 Luglio 2022 ore 16:30

La società Football Club Lumezzane comunica che, oggi (lunedì 11 luglio 2022), ha proceduto alla nomina di Andrea Caracciolo quale nuovo Presidente del club.

Succede a Vincenzo Picchi

Caracciolo succede a Vincenzo Picchi, che passa all’Airone di tante e indimenticate imprese calcistiche il testimone alla guida del club (un incarico che aveva assunto il 14 settembre 2018), pur mantenendo un ruolo attivo all’interno di F.C. Lumezzane. È lo stesso Picchi, tra i sostenitori del nuovo corso, a rivolgere al proprio successore un primo pensiero benaugurante:

“Confido che Andrea farà molto bene, aspettandomi che il percorso di crescita del club prosegua spedito verso categorie che la piazza ha frequentato per anni e che senz’altro merita”. Quindi, ripercorre il proprio mezzo secolo in rossoblù: “Seguo il Lumezzane con incarichi societari dal 1972, ad eccezione di una parentesi triennale negli anni Ottanta. Per il Lume ho fatto il segretario, il cassiere, l’addetto alla biglietteria, il dirigente accompagnatore, il Presidente. Non lascio certo la società, ma la massima carica, che richiede un coinvolgimento importante, ed era divenuta troppo onerosa per me, anche per questioni di salute e per lo spazio che indirettamente toglie alla famiglia. Sono tuttavia troppo innamorato di questi colori per staccare del tutto: mi sono quindi reso disponibile a mantenere una presenza attiva all’interno del club”.

Infine, Picchi traccia un bilancio della propria avventura presidenziale:

“Sono molto contento di aver personalmente contribuito al ritorno del calcio lumezzanese in contesti sportivi che gli competono, di aver dato impulso alla ripartenza e al rilancio dopo un periodo non semplice”.

C’è emozione anche nel congedo di Virginio Zani, che è stato Vicepresidente con Picchi:

“È stata un’esperienza molto bella, durante la quale ho avuto un bel rapporto umano con tutti. Nel progetto F.C. Lumezzane ci sono stato fin dall’inizio e ci ho messo dentro l’esperienza e la passione di oltre quarant’anni passati nel calcio, cercando di far sentire in ogni frangente, dagli allenamenti quotidiani alle partite di qualunque categoria, la presenza della società. Quello di oggi è un passo che va nella direzione di migliorare, di crescere ulteriormente, come dev’essere in un progetto di qualità, immettendo forze ed energie nuove. L’augurio è quello di vincere nuove sfide. Noi “vecchietti” restiamo comunque i primi tifosi e siamo a disposizione, nel caso servisse un consiglio o una mano”.

La crescita della società

Nel corso dell’Assemblea dei Soci, svoltasi presso la sede del club, Vincenzo Picchi è stato encomiato e ringraziato calorosamente per il notevole lavoro svolto in questi quattro anni, durante i quali la Prima Squadra maschile è passata dalla Promozione alla Serie D e quella femminile dalla Promozione all’Eccellenza, conquistando anche la Coppa Italia regionale di categoria. La società gli ha consegnato una targa ricordo, insignendolo inoltre del titolo di Presidente Emerito del club. Allo stesso modo e con eguale targa ricordo è stato ringraziato Virginio Zani per la dedizione, la costante presenza, l’attaccamento ai colori, insignito inoltre del titolo di Vicepresidente Onorario. Con la nomina di Andrea Caracciolo, per oltre vent’anni professionista esemplare sui campi italiani e internazionali (da ultimo in maglia rossoblù), e altrettanto propositivo nei mesi vissuti da Direttore Sportivo di F.C. Lumezzane, la società dà continuità a un progetto di crescita progressiva, sportiva e morale, che punta alla collocazione stabile del club nel calcio professionistico. Allo stesso tempo, essa conferma il radicamento nel territorio e nella comunità lumezzanese, in aderenza a un duplice obbiettivo: essere protagonisti in campo e fuori, con una propria peculiare cifra improntata a serietà, organizzazione, coesione e determinazione a fare bene, senza l’assillo del risultato a tutti i costi. Andrea Caracciolo, che ha creduto nel progetto F.C. Lumezzane già da calciatore, incarna questi valori e può esserne puntuale ed efficace ambasciatore. Con la nomina di Caracciolo a Presidente, è Carlo Maria Zerminiani ad assumere le funzioni di Direttore Sportivo. Andrea Caracciolo ha accettato con soddisfazione e gratitudine la carica:

“È un onore per me, e fonte di grande orgoglio. Un attestato di stima profonda nei miei confronti - ha dichiarato il neo Presidente - da parte del Comitato di Sostenibilità di F.C. Lumezzane e della società tutta, che rappresenta uno stimolo ulteriore a dare il meglio. Sono particolarmente riconoscente a Vincenzo Picchi, che mi ha preceduto nel ruolo, per la disponibilità a starmi accanto e insegnarmi a fare questo mestiere”.

Caracciolo si è poi soffermato sul doppio salto avvenuto in pochi mesi:

“A marzo ero ancora in divisa da calciatore. Poi ho cominciato a fare il Direttore Sportivo, un progetto di vita professionale che coltivavo da tempo. Ora mi ritrovo a vestire l’abito da Presidente, un incarico ancor più prestigioso, che rappresenta al tempo stesso una meravigliosa sfida. Parto da zero, anche se nella mia carriera ho avuto tanti presidenti, più o meno validi, ma alcuni dei quali possono certamente essere fonte di ispirazione. Lo ribadisco: avere vicino Picchi, in questa fase, è molto importante per me ”.

In materia di presidenti, l’Airone ha un pensiero speciale per Gino Corioni, storico numero uno del Brescia:

“È stato un grande, il migliore. A lui rivolgo un pensiero affettuoso di ricordo: so che sarebbe il primo a essere contento di questo mio incarico”. Infine, il focus sugli obbiettivi: “Cambia il ruolo, ma gli obbiettivi non mutano. Lavoriamo per costruire una Prima Squadra maschile di alta classifica; per un Settore Giovanile che si confermi quale punto di riferimento preciso per i ragazzi di Lumezzane e della Valtrompia, ma che possa essere apprezzato ovunque; per una Prima Squadra femminile che cresca ulteriormente. La società è importante, merita impegno e risultati importanti”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie