Sport
Inclusione

Active Team La Leonessa, tre maglie rosa al Giro d'Italia di handbike 2022

Nella corsa a tappe più importante del calendario nazionale.

Active Team La Leonessa, tre maglie rosa al Giro d'Italia di handbike 2022
Sport Brescia, 21 Settembre 2022 ore 11:55

Ottimi risultati per l'Active Team La Leonessa al Giro d'Italia di handbike 2022.

 

Grandi risultati

Fra le sei maglie rosa maschili distribuite dal Giro d’Italia di handbike 2022, tre brillano indosso ad atleti dell’Active Team La Leonessa.

Un dato più che sufficiente per raccontare i risultati che la formazione bresciana sta ottenendo nella corsa a tappe più importante del calendario nazionale, ormai prossima alla conclusione. La tappa numero sei, corsa domenica a Livorno col mare sullo sfondo, ha consegnato ai ragazzi capitanati da Sergio Balduchelli due vittorie e altrettanti piazzamenti sul podio, preziosissimi per conservare saldamente la maglia rossa di “fast team”, come squadra più veloce della competizione. In Toscana è tornato al successo Mirko Testa, che quest’anno ha rinunciato a un paio di tappe per dare la priorità agli impegni con la nazionale fra Campionato del mondo e campionati europei, ma grazie alla terza vittoria al Giro è riuscito a riconquistare la maglia rosa della categoria MH3 proprio alla vigilia della settima e ultima tappa, domenica 16 ottobre a Pisa. Il bergamasco si è guadagnato il successo assoluto di tappa (considerando tutte le sei categorie maschili) percorrendo i 45 chilometri del percorso in 1 ora, 10 minuti e 32 secondi, a una velocità media superiore ai 38 km/h e con mezzo minuto di vantaggio su Claudio Conforti, primo degli inseguitori. Grazie ai punti conquistati, Testa ha scalzato dalla vetta della classifica Loreto Di Loreto (quinto a Livorno), col quale si giocherà il successo finale fra meno di un mese a Pisa.

Balduchelli: " I ragazzi mi hanno reso orgoglioso"

Per l’Active Team La Leonessa torneranno in Toscana in maglia rosa anche Mirko De Cortes e Giuseppe Uberti, al comando del Giro sin dalla prima tappa. Il primo ha vinto fra gli MH5 per la quinta volta in sei gare, staccando nel finale il rivale Fabrizio Bove, mentre il secondo ha collezionato il quinto secondo posto consecutivo nella MH1, consolidando la sua posizione in testa alla classifica a punti. Ha chiuso al secondo posto anche Omar Rizzato (MH2), che arrivava dal successo a Cerro Maggiore, mentre stavolta è stato beffato in volata da Sebastiano Nardin. Per l’atleta veneto, vincitore del Giro nel 2021, c’è comunque la possibilità di fare il bis: il leader della graduatoria Manolo Simeoni lo precede di appena 16 punti: 168 contro 152. Completa l’elenco degli atleti di Active capaci di conquistare un posto sul podio Franco Tonoli, terzo nell’MH4, nonché secondo nella classifica generale di categoria. Fra i primi 5 a Livorno anche Giannino Piazza (quarto nella MH1), Claudio Zana (quinto fra gli MH4) e Claudio Pietroboni (quarto nella MH5).

“Tutti i ragazzi hanno corso alla grande – il commento di capitan Sergio Balduchelli –, rendendomi come sempre orgoglioso di loro. Alla vigilia dell’ultima tappa abbiamo confermato la maglia rossa e aggiunto una maglia rosa all’elenco: non poteva andare meglio”. Ma guai ad abbassare la guardia: per completare l’opera manca ancora una gara. L’ultima, ma potenzialmente la più importante. Appuntamento a Pisa il 16 ottobre.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie