Sport
ottimi risultati

Active Sport, Testa e Pini conquistano quattro ori ai campionati italiani

Grandi soddisfazioni per l'associazione senza scopo di lucro fondata e gestita da persone con disabilità motoria che attraverso lo sport hanno ritrovato lo spirito e l'efficienza fisica necessari per un completo reinserimento sociale.

Active Sport, Testa e Pini conquistano quattro ori ai campionati italiani
Sport Brescia, 30 Agosto 2022 ore 12:09

Canada, Austria o Abruzzo non fa differenza: che sia campionato del mondo, campionato europeo o campionato italiano, sul gradino più alto del podio c’è sempre almeno un portacolori dell’Active Team La Leonessa.

I vincitori

Fra mondiali ed europei era toccato a Simona Canipari, mentre a indossare la maglia tricolore al termine dei Campionati italiani di paraciclismo, corsi lo scorso fine settimana ad Avezzano (provincia dell’Aquila), sono Mirko Testa e Mirko Pini, rispettivamente vincitori del titolo nazionale nella categoria MH3 (handbike) e MC3 (biciclette tradizionali, utilizzate da atleti con amputazioni o lesioni agli arti inferiori). La vittoria di Testa è una conferma: reduce dal podio mondiale in Canada, il 25enne bergamasco ha ribadito di aver ancora tanta fame prendendosi due medaglie d’oro, sabato a cronometro e domenica nella prova in linea. Esaltante il finale della “crono”: al termine di una prova caratterizzata dalla pioggia, che ha reso ancora più insidioso un percorso già complicato, Testa ha completato i 32,5 chilometri in 36 minuti, 22 secondi e 9 decimi, precedendo di soli 34 centesimi il rivale Martino Pini. Senza storia invece la prova in linea, chiusa con oltre 7 minuti di vantaggio sul secondo classificato, Giacchino Fittipaldi. Doppia vittoria anche per Mirko Pini, 45enne di Villa Carcina che al debutto ai Campionati italiani ha fatto subito centro sia a cronometro sia in linea, togliendosi un’altra soddisfazione enorme di un percorso sportivo con la bicicletta iniziato soltanto a febbraio, dopo l’amputazione della gamba destra.

Per Canipari due secondi posti a livello nazionale

Non è riuscita a completare il suo tris, invece, Simona Canipari, che dopo aver vinto sia il titolo mondiale WH1 sia quello europeo si è dovuta accontentare di due secondi posti a livello nazionale. In entrambe le prove la bresciana ha chiuso alle spalle di Angela Procida, con la sua prestazione nella gara in linea condizionata dalle conseguenze di una caduta rimediata sabato dopo la cronometro. Due piazzamenti sul podio tricolore anche per Giuseppe Uberti, terzo in entrambe le prove della categoria MH1, mentre sono tornati da Avezzano con un bronzo Christian Giagnoni, Mirko De Cortes e Claudio Pietroboni. I primi due, rispettivamente categoria MH4 e MH5, ce l’hanno fatta nella “crono” ma sono stati costretti a dire addio ai sogni di gloria nella prova in linea a causa di una foratura, mentre Pietroboni ha chiuso terzo alla domenica fra gli MH5.

Da sottolineare anche le buone prove di Franco Tonoli, Alessio Scutteri, Mattia Guerini e Fabrizio Topatigh, che completavano la pattuglia Active in Abruzzo, come sempre guidata da capitan Sergio Balduchelli.

“Sono stati due giorni molto intensi e faticosi – il suo commento –, nei quali i ragazzi hanno dato il meglio ottenendo buoni risultati sotto gli occhi del nostro presidente Marco Colombo. Non siamo stati fortunatissimi, ma il bottino è comunque positivo: Testa ha fatto una grandissima gara, vincendo due ori come Pini, per il quale sono davvero contento. Pur reduce dall’ennesima operazione alla gamba, ha voluto esserci a tutti i costi e ha vinto. La sua enorme passione per il ciclismo e la voglia di mettersi in gioco gli stanno regalando grandi soddisfazioni”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie