Sport
sconfitta

A Roma la Bal Lumezzane sconfitta dalle campionesse del Tennis Club Parioli

A giocare un ruolo decisivo l'assenza di Ylena In-Albon.

A Roma la Bal Lumezzane sconfitta dalle campionesse del Tennis Club Parioli
Sport Brescia, 10 Ottobre 2022 ore 08:52

La Bal Lumezzane sconfitta a Roma dalle campionesse in carica del Tennis Club Parioli.

La sconfitta

Priva della sua numero uno Ylena In-Albon (impegnata in Sardegna, nella finale – persa – di un torneo Itf da 25 mila dollari di montepremi a Santa Margherita di Pula), la Bal Lumezzane è stata costretta ad arrendersi. Nella prima giornata del Campionato di Serie A1 2022, le bresciane hanno raccolto una sconfitta per 4-0 contro le portacolori dello storico circolo capitolino, capaci di mostrarsi superiori sin dalle prime battute. Alle romane è servita meno di un’ora di gioco per portarsi immediatamente sul 2-0, grazie ai successi di Martina Di Giuseppe contro Anastasia Piangerelli e dell’ex top-100 Mandy Minella (lussemburghese che vanta anche un titolo Wta, vinto nel 2016 in Croazia) contro una Chiara Catini al primo match ufficiale in oltre quattro mesi, dopo l’intervento chirurgico al ginocchio al quale la laziale si è sottoposta a inizio estate. Il punto della vittoria è arrivato invece grazie a Nastassja Burnett, in una sfida molto combattuta contro Rubina De Ponti, la quale mastica amaro per aver mancato un vantaggio di 2-0 nel terzo set, prima di arrendersi con il punteggio di 4-6 6-1 6-2 dopo due ore di gioco.

Un'assenza che si è fatta sentire

Alle romane anche il doppio, vinto da Mandy Minella e Beatrice Lombardo contro Catini e De Ponti, le quali hanno gettato la spugna sul 6-2 2-1 in favore delle rivali a causa delle difficoltà della prima, ancora lontana da un pieno recupero.

“L’assenza di Ylena In-Albon – ha detto il capitano Alberto Paris – ci ha obbligato a schierare una formazione rimaneggiata, rendendo ancora più difficile un impegno già particolarmente complesso. Con lei in campo avremmo sicuramente avuto qualche chance in più, invece non c’è stato verso, anche in virtù delle precarie condizioni fisiche di Chiara Catini. Ma abbiamo comunque fatto il possibile, con un pizzico di rammarico per un terzo singolare che la De Ponti avrebbe anche potuto vincere. Non è stato così, ma Rubina ha comunque mostrato buone cose, che lasciano ben sperare in vista dei prossimi impegni”.

Il primo, dopo lo stop a tutti i campionati di domenica 16 ottobre, sarà il 23 ottobre sui campi sintetici di Lumezzane, contro le piemontesi della Società Canottieri Casale, a segno per 3-1 sull’At Verona nella giornata inaugurale.

Seguici sui nostri canali
Necrologie