Scuola
Chiari

E' attivo il "Banco di prova" per i ragazzi

Il progetto realizzato dall’Amministrazione comunale di Chiari in collaborazione con il CG 2000 per incentivare lo studio di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica.

E' attivo il "Banco di prova" per i ragazzi
Scuola Bassa, 19 Novembre 2022 ore 10:49

Uno stanziamento di oltre 20mila euro a favore di "Banco di Prova": il progetto realizzato dall’Amministrazione comunale di Chiari in collaborazione con il CG 2000 per incentivare lo studio di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica – ovvero le cosiddette materie STEM – tra i giovanissimi.

E' attivo il "Banco di prova" per i ragazzi

È quello che ha approvato nei giorni scorsi la Giunta del sindaco Massimo Vizzardi, che ha di fatto così reso operativo quanto stabilito e finanziato dal decreto congiunto (di agosto 2022) del Ministero per le Pari Opportunità e la Famiglia con il Ministero dell'Economia e delle Finanze. Il decreto stabiliva di promuovere e potenziare iniziative, da attuare entro il 31 dicembre 2022, rivolte a favorire il recupero rispetto criticità emerse per l'impatto dello stress pandemico sul benessere psico–fisico e sui percorsi di sviluppo e crescita dei minori, nonché quelle finalizzate alla promozione, tra i bambini e le bambine, dello studio delle materie STEM. Un’incentivazione all’approfondimento di queste materie da realizzarsi anche in collaborazione con enti pubblici e privati, proprio come nel caso clarense.Infatti, il Centro Giovanile Cg2000, afferente alla Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita di Chiari, già da diversi anni organizza un servizio Ludoteca dedicato agli alunni della scuola primaria e agli studenti della scuola secondaria di primo grado.

È quindi nata la volontà di attivare un progetto di potenziamento delle attività della Ludoteca stessa per il periodo novembre–dicembre 2022 introducendo nelle attività dei momenti specifici dedicati alla presentazione laboratoriale e allo studio delle materie STEM, nonché alla realizzazione di ulteriori attività creative, il tutto grazie all'apporto di ricercatori universitari. denominato appunto «Banco di Prova», che ha preso il via in questi giorni.

Gli interventi

La prima ad intervenire è stata l'assessore ai Servizi sociali, Vittoria Foglia.

Il progetto rientra nelle linee di mandato che prevedono azioni di sostegno alle realtà del nostro territorio che hanno come fine il benessere e la promozione umana. L’emergenza sanitaria ci ha reso più consapevoli dell’importanza dell’educazione come condizione fondamentale per il superamento delle fragilità personali, culturali e sociali e la collaborazione con il CG 2000, proprio per la sua azione aggregante e formativa, permetterà attraverso le attività STEM di rendere i bambini e i ragazzi protagonisti delle proprie competenze ed abilità.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il sindaco Massimo Vizzardi.

Si parla spesso dei cosiddetti “lavori del futuro”, la scelta di finanziare questo progetto va in questa direzione. Vogliamo che i nostri giovani cittadini possano scegliere il loro percorso di studi sperimentandosi il prima possibile con una grande rosa di offerte, soprattutto quelle che più difficilmente incontrano nei classici percorsi scolastici. Investire nel futuro parte dall’investire nella formazione delle nuove generazioni.

Seguici sui nostri canali
Necrologie