Buone notizie

A Chiari ha riaperto la sala studio

Ne sono molto felici i ragazzi che stanno affrontando la sessione d'esame.

A Chiari ha riaperto la sala studio
Bassa, 18 Giugno 2020 ore 09:35

Ha riaperto questa mattina la sala studio della biblioteca Fausto Sabeo di Chiari. Ne sono molto felici i ragazzi che stanno affrontando la sessione d’esame.

Riaperta la sala studio

Prosegue con impegno e attenzione l’opera della Biblioteca comunale Fausto Sabeo di Chiari affinché la cittadinanza possa tornare a usufruire pienamente dei suoi servizi, seppure in modalità inedite, rese necessarie dall’attuale emergenza sanitaria.

Infatti, a partire da oggi, giovedì, grazie alle preziosa collaborazione dell’associazione Quelli che ‘studiano’ nella biblioteca Sabeo, sarà possibile riaprire la sala studio in condizioni di totale sicurezza. Con la riapertura si riattiva uno dei servizi più apprezzati dagli utenti e si percorre un altro tratto verso la riconquista della normalità dei servizi bibliotecari.

Le novità, i posti e gli ingressi

Nello specifico, la sala avrà un numero di 27 posti assegnati su prenotazione, gestiti direttamente dall’associazione studentesca, da tempo attiva nella sala intitolata a Falcone e Borsellino. Infatti, sarà possibile effettuare la prenotazione del proprio posto direttamente online, tramite il gruppo Facebook Quelli che ‘studiano’ nella biblioteca Sabeo.

L’ingresso sarà contingentato: si potrà entrare in 10 alla volta, fra le 9 e le 9.30 e fra le 14 e le 14.30, da martedì a sabato.

Obbligo di mascherina

Ovviamente, gli utenti avranno l’obbligo di indossare sempre la mascherina e non potranno cambiare di posto. I tavoli e i bagni saranno accuratamente puliti anche durante la pausa pranzo. Insomma, seppure con tutte le limitazioni del caso, questa iniziativa segnerà l’avvio di un ritorno alla normale fruizione della biblioteca e sarà di grande valore per i tanti studenti che hanno sempre fatto della Sabeo la loro seconda casa.

L’intervento

«La nostra biblioteca è un presidio di cultura e socialità di primo piano – ha dichiarato l’assessore alla Biblioteca, Emanuele Arrighetti –. Ecco perché, anche durante il lockdown, abbiamo lavorato incessantemente per far sentire la vicinanza della biblioteca ai cittadini: basti pensare alle Storie alla Finestra che oggi sono diventate l’Ora del racconto Smart, alle rubriche informative ed educative sulla pagina Facebook e agli incontri in teleconferenza del Gruppo di Lettura. Ora, compatibilmente con quanto è possibile in una situazione ancora delicata come questa, passiamo anche a noi alla nostra fase 2 con la riapertura contingentata della Sala Studio. Considerando che dal 19 maggio i lettori sono tornati a usufruire del prestito e oggi i ragazzi tornano a nella Sala studio, possiamo dire che la biblioteca sta riprendendo il suo posto nella vita quotidiana dei clarensi».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia