Sponsorizzato

Dietologia a Brescia: quando per dimagrire serve l’endocrinologo

Dietologia a Brescia: quando per dimagrire serve l’endocrinologo
18 Febbraio 2020 ore 11:13

Se qualche chilo di troppo può essere considerato un problema estetico da risolvere tramite un po’ di allenamento fisico e consultando il proprio dietista a Brescia, quando l’aumento di peso si fa considerevole la situazione cambia: l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) identifica l’obesità come una vera e propria malattia, che comporta un problema di salute pubblica a livello globale.

Si tratta infatti di uno dei 4 principali fattori di rischio per gravi malattie croniche l’Italia non fa eccezione: qui poco più di 4 adulti su 10 (46,4%) risultano obesi o in sovrappeso. Si tratta di una percentuale che mostra un trend in crescita e che si riflette anche sul territorio locale, con un aumento d’interesse nei confronti della dietologia a Brescia.

La maggior parte delle persone associa la necessità di perdere peso con il bisogno di intraprendere un percorso nutrizionale che favorisca il dimagrimento, senza valutare alcun altro fattore. In realtà, in molti casi di forte sovrappeso rivolgere la propria attenzione esclusivamente all’alimentazione può impedire di individuare la reale causa dell’aumento di peso e, di conseguenza, rendere impossibile l’ottenimento di risultati soddisfacenti e duraturi nel tempo.

L’obesità o il forte sovrappeso si legano frequentemente ad altri disturbi, come quelli ormonali endocrini oppure il colesterolo e gli zuccheri alti e il fegato grasso e tutta una serie di problematiche che non possono essere risolte esclusivamente tramite l’alimentazione o il consulto con il dietista, ma che necessitano di un altro tipo di approccio. Lo conferma il professor Enrico Filippini, specializzato in endocrinologia esperto in andrologia e in dietologia titolare del Poliambulatorio Medico Chirurgico Filippini: “Sono molti i pazienti che mi vengono affidati da personal trainer, dietisti o biologi nutrizionisti perché accanto al sovrappeso presentano anche altre patologie non trattabili tramite un regime alimentare. Il colesterolo alto, per esempio, può essere spia di una problematica ghiandolare; la glicemia alta nelle donne può essere un effetto collaterale della menopausa. Per poter aiutare queste persone a ritrovare il proprio benessere è importante inquadrare il problema, condurre accertamenti adeguati e mettere in atto un percorso medicale che affianchi quello alimentare”.

Un ulteriore segnale di una condizione che necessita l’aiuto dell’endocrinologo si lega alla modalità di accumulo del grasso: “Il grasso in eccesso, soprattutto se accumulato nella zona della pancia, intossica l’organismo. Chi ha qualche chilo in più deve essere valutato da un punto di vista salutare, per capire fino a che punto il grasso stia danneggiando il corpo. L’accumulo eccessivo di grasso è di per sé un problema di salute, oppure lo diventerà presto”. Una piena consapevolezza del proprio corpo e della propria condizione fisica sono dunque la chiave principale per ritrovare il proprio benessere e impostare un percorso di dimagrimento e terapeutico con il giusto professionista, al fine di renderlo efficace e di lunga durata.

Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia