Idee & Consigli

Scenari probabili per il mercato petrolifero attuale

Scenari probabili per il mercato petrolifero attuale
Idee & Consigli 04 Ottobre 2022 ore 14:24

Per quanto riguarda l’asset del Petrolio, il 2022 che si sta per concludere è stato un anno senza dubbio importante per quanto riguarda il mercato azionario del greggio. In un rapporto di mercoledì, l'Agenzia internazionale per l'energia ha previsto che la produzione di Petrolio russa diminuirà di 1,9 barili al giorno dopo l'inizio delle nuove sanzioni dell'Unione Europea. Le sanzioni inizieranno a dicembre tramite le importazioni marittime di greggio russo. Quindi si espanderanno per includere prodotti come il diesel entro febbraio 2023. "Un ulteriore 1 mb/g di prodotti e 1,4 mb/g di greggio dovranno trovare nuove case", ha affermato l'Aie nel suo rapporto. "Un divieto dell'UE sui servizi marittimi potrebbe costringere ulteriori riassegnazioni da paesi terzi che non accettano il tetto massimo proposto per il G7".

Una volta che ciò accadrà l'anno prossimo, secondo il watch-dog energetico, la produzione di Petrolio della Russia scenderà a 9,5 milioni di barili al giorno, ovvero 1,9 milioni di barili al giorno in meno rispetto a febbraio 2022. Nell'Aprile di quest'anno, l'AIE aveva previsto che la produzione di Petrolio russo sarebbe scesa di 3 milioni di barili al giorno entro un mese. Ciò non è accaduto, tuttavia, poiché acquirenti come Cina e India hanno mantenuto a galla la produzione e le finanze di Mosca. La crescita della domanda di Petrolio ristagnerà nel quarto trimestre di quest'anno a causa dei rallentamenti in tutte le economie globali, osserva il rapporto.

Il punto di vista secondo l’AIE sul mercato petrolifero odierno

"Per ora, il deterioramento del contesto economico e i ricorrenti blocchi del Covid in Cina continuano a pesare sul sentiment del mercato. Tuttavia, si prevede che la domanda mondiale di Petrolio crescerà di 2 mb/g nel 2022 e di 2,1 mb/g l'anno prossimo", ha scritto l'AIE.

Durante la prima settimana del mese di settembre 2022 la quotazione petrolio è scesa, estendendo le perdite della sessione precedente, dopo che i dati economici dalla Cina, il più grande importatore mondiale di greggio, hanno stimolato nuove preoccupazioni su una potenziale recessione globale che potrebbe colpire la domanda di energia. I future sul greggio Brent LCOc1 sono scesi di 90 centesimi, o dell'1%, a $ 94,20 al barile entro le 00:03 GMT. I future sul greggio WTI CLc1 sono scesi di 81 centesimi, o dello 0,9%, a 88,60 dollari al barile. I futures sul Petrolio sono scesi di circa il 3% durante la sessione precedente.I prezzi sono scesi anche per via dei deludenti dati economici pubblicati dalla Cina.

Il ruolo della Cina sul mercato petrolifero del momento

La banca centrale ha tagliato i tassi sui prestiti per rilanciare la domanda poiché i dati hanno mostrato che l'economia ha rallentato inaspettatamente a luglio, con l'attività di fabbrica e vendita al dettaglio schiacciata dalla politica zero-COVID di Pechino e da una crisi immobiliare.Le esportazioni cinesi di prodotti combustibili rimbalzeranno ad agosto avvicinandosi al livello più alto dell'anno finora dopo che Pechino ha emesso più quote a Giugno e Luglio, anche se limiti più ampi dovrebbero limitare le spedizioni ai minimi di sette anni per il 2022, hanno affermato analisti e commercianti.

Le ultime news dagli Stati Uniti d’America sul mercato del Petrolio per l’autunno 2022

Negli Stati Uniti, la produzione totale nei principali bacini petroliferi di scisto degli Stati Uniti salirà a 9,049 milioni di barili al giorno a settembre, il più alto da marzo 2020, ha affermato lunedì la US Energy Information Administration (EIA) nel suo rapporto sulla produttività.I partecipanti al mercato attendevano i dati del settore sulle scorte di greggio statunitensi in arrivo Martedì. Le scorte di Petrolio e benzina sono probabilmente diminuite la scorsa settimana, mentre le scorte di distillati sono aumentate, secondo un sondaggio preliminare di Reuters mostrato lunedì. Gli investitori hanno anche assistito ai colloqui per rilanciare l'accordo nucleare iraniano del 2015. Secondo gli analisti, l'offerta di Petrolio potrebbe aumentare se l'Iran e gli Stati Uniti accettassero un'offerta dell'Unione Europea, che rimuoverebbe le sanzioni sulle esportazioni di Petrolio iraniano.

La risposta da parte dell’Iran circa la produzione di greggio

L'Iran ha risposto lunedì alla bozza di testo "finale" dell'Unione europea per salvare un accordo nucleare del 2015, ha affermato un funzionario dell'UE, ma non ha fornito dettagli sulla risposta dell'Iran al testo. Il ministro degli Esteri iraniano ha invitato gli Stati Uniti a mostrare flessibilità per risolvere le tre questioni rimanenti.

La crescita della domanda globale di Petrolio aumenterà fortemente il prossimo anno quando la Cina allenterà i blocchi di COVID, ha affermato mercoledì l'Agenzia internazionale per l'energia (IEA), aggiungendo che un rallentamento economico fermerà la crescita solo brevemente alla fine di quest'anno.Le prospettive conservano una visione relativamente rialzista per una crescita robusta il prossimo anno, nonostante i venti contrari economici, basati sull'aspettativa che la Cina tornerà al lavoro mentre la crescita dei trasporti aerei aumenterà la domanda di carburante per aerei. La previsione dell'IEA di crescita della domanda quest'anno di 2 milioni di barili al giorno (bpd) è per lo più concentrata nella prima metà dell'anno ed è destinata a scendere a zero nel quarto trimestre. Compensando il colpo alla domanda da parte dell'economia, il passaggio dal gas al Petrolio per la produzione di energia fornirà una spinta di 700.000 bpd nell'ultimo trimestre di quest'anno e il primo del prossimo soprattutto in Europa e Medio Oriente, ha affermato l'IEA.Per il 2023, la crescita è fissata a 2,1 milioni di bpd principalmente grazie alle speranze di ripresa in Cina.

Seguici sui nostri canali
Necrologie