Idee & Consigli
Sponsorizzato

Regole da seguire per l'etichettatura del vino. Lo abbiamo chiesto ad Etik90

Regole da seguire per l'etichettatura del vino. Lo abbiamo chiesto ad Etik90
Idee & Consigli 11 Novembre 2022 ore 10:31

Il tema dell'etichettatura del vino è abbastanza ampio e controverso, in quanto bisogna fare i conti anche con la normativa di settore in costante cambiamento. Abbiamo chiesto all'azienda Etik90, leader nella produzione di etichette autoadesive e nastri adesivi, alcune interessanti curiosità su questo argomento.

Perché l'etichettatura del vino è così importante?

In linea generale è importante sapere che le etichette che troviamo sulle bottiglie di vino svolgono un compito molto importante, in quanto servono a supportare i prodotti, che spesso vengono commercializzati nel mercato internazionale e devono conquistare l'attenzione degli acquirenti.

Ecco spiegato come mai le etichette per il vino devono essere in perfetta armonia con le qualità e le caratteristiche della bevanda, per cui consentiranno di svolgere un'efficace comunicazione. A questo riguardo le nostre etichette vengono appositamente progettate per valorizzare la bottiglia, per cui sono particolarmente curate dal punto di vista estetico, ma non solo.

Queste etichette vengono realizzate nel pieno rispetto della legge in vigore in modo che il consumatore finale possa compiere una scelta d'acquisto consapevole e ben ragionata.

In cosa consiste la regolamentazione dell'etichettatura del vino?

A parte il design, le etichette del vino non possono essere realizzate senza rispettare delle regole, proprio perché esiste una rigorosa disciplina nazionale e vigente anche a livello europeo.

Oggi siamo abituati a vedere molti vini pregiati con tre differenti etichette, di cui la prima posta sulla parte frontale, la seconda sul retro della bottiglia e la terza sul collo. Bisogna precisare che non è necessario etichettare con tre distinti adesivi, in quanto ne basta anche uno soltanto, purché contenente le informazioni obbligatorie, ovvero i dati richiesti dalla legge a tutela dei consumatori.

Diversamente il vino non potrebbe essere commercializzato in modo regolare e il produttore rischia pesanti sanzioni, oltre che un danno all'immagine aziendale che potrebbe compromettere in maniera importante la presenza sul mercato. Per questo è fondamentale non realizzare etichette per vino fai da te e affidarsi a veri professionisti.

Quali sono i dati obbligatori che deve contenere l'etichetta per il vino?

La disciplina in materia è abbastanza ricca e ciò potrebbe generare confusione in mancanza di preparazione tecnica ed esperienza. In sintesi è fondamentale sapere che la regione di provenienza, le denominazioni specifiche come D.O.C., D.O.C.G. e I.G.T., l'anno in cui è avvenuto l'imbottigliamento del vino e la regione sociale di chi si occupa dell'imbottigliamento, sono tutti dati che l'etichetta del vino dovrà assolutamente specificare.

Sono informazioni obbligatorie ad esempio la quantità del prodotto che viene espressa in ml, l'acool complessivo specificato in % vol, le indicazioni ecologiche che dovranno essere chiaramente leggibili e il numero del lotto che viene preceduto dalla lettera L.

Esistono delle informazioni facoltative che riguardano le etichette del vino?

Certamente e si tratta di dati che, proprio perché facoltativi, non dovranno essere specificati necessariamente, ma in molti casi la loro indicazione sull'etichetta si rivela fondamentale per esaltare maggiormente la qualità del prodotto.

Le distinzioni che vengono attribuite al vino, la menzione comunitaria, il modo di elaborazione, il nome di una o due varietà di viti, la sottozona, le specifiche relative all'imbottigliamento e le partecipazioni al circuito commerciale, sono ad esempio tutte informazioni non obbligatorie.

In fase di realizzazione dell'etichetta del vino, pertanto, una volta definiti i dati essenziali, sarà possibile stabilire con il cliente l'aggiunta o meno delle specifiche facoltative, al fine di commercializzare al meglio il prodotto e informare adeguatamente il consumatore finale.

Quali tecniche vengono impiegate per realizzare le etichette per il vino?

Noi di Etik90 riusciamo a creare da zero etichette per qualsiasi vino, conl a massima fedeltà del file grafico e prestando la dovuta attenzione alle specifiche richieste del cliente. Naturalmente provvediamo alla personalizzazione dell'etichetta per dar vita a progetti dal design accattivante, grazie ai quali poter differenziare le bottiglie da quelle della concorrenza. In buona sostanza con le nostre etichette il vino potrà essere commercializzato rispettando i dettami normativi e in maniera da renderlo facilmente identificabile sugli scaffali della grande distribuzione.

Occorre poi fare presente che le nostre etichette per il vino vengono prodotte solo con sofisticati macchinari, nonché grazie alle più moderne modalità di stampa e attraverso il lavoro minuzioso di grafici altamente qualificati. Tutto ciò assicura un risultato duraturo nel tempo, assenza di sbavature o imprecisioni, nonché colori brillanti e facile leggibilità.

Quali materiali utilizzate per l'etichettatura del vino?

Anche sotto questo punto di vista il committente potrà contare su un'ampia scelta di soluzioni, in maniera da poter rendere il vino unico, distinguibile e presentato con grande stile.

I materiali che vengono selezionati per realizzare le etichette del vino si rivelano fondamentali per la buona riuscita del progetto grafico. Del resto anche un disegno stilizzato particolarmente gradevole non potrà ottenere un buon effetto quando viene stampato su carta di qualità scadente.

In genere noi proponiamo delle carte standard con le quali sarà difficile sbagliare, anche perché abbastanza versatili e in grado di soddisfare appieno le aspettative dei più esigenti. Nello specifico consigliamo versioni patinate o naturali, sulle quali si possono aggiungere quadricromie in abbinamento ai colori Pantone.

Non mancano poi tante finiture per chi preferisce etichette suggestive, in grado di emozionare e di comunicare con maggiore forza le
caratteristiche del vino che si desidera portare al successo. Le carte di cui disponiamo si possono infatti lavorare opportunamente al fine di ottenere parti in spessore, ovvero gradevoli bombature percepibili al tatto che colpiscono molto gli acquirenti, tanto da invogliare all'acquisto perché trasmettono cura per i piccoli particolari.

Particolarmente richieste, specialmente in caso di vini pregiati, sono inoltre le stampe dell'oro 3D, grazie alle quali si creano scritte che
non passano inosservate, nonché altri interessanti ornamenti per una bottiglia veramente esclusiva, originale e diversa dal solito. Altrettanto gettonate sono poi le lamine a caldo e a freddo, i rilievi serigrafici, le verniciature con svariati effetti o le plastificazioni per una protezione maggiore.

Le alternative in ogni caso sono più di quelle che si possano immaginare, per questo raccomandiamo sempre ai nostri clienti di richiedere una consulenza personalizzata, allo scopo di trovare capire come stampare l'etichetta del vino che possa fare al proprio caso.

Seguici sui nostri canali
Necrologie