Orologi svizzeri perché sono così ricercati e tutto ciò che definisce uno “Swiss Made”

Orologi svizzeri perché sono così ricercati e tutto ciò che definisce uno “Swiss Made”
Idee & Consigli 13 Febbraio 2021 ore 07:01

Quando ci si affaccia al settore merceologico degli orologi ci si ritrova spesso e volentieri di fronte alla dicitura “Swiss Made”, ma di fatto solo poche persone sanno di che cosa si sta parlando o che cosa si intenda con quel “Fatto in Svizzera”. È evidente che questo “marchio” è sinonimo di qualità ed è per questo che quando un prodotto lo possiede si tiene a precisarlo e sottolinearlo.

Quando un orologio si fregia di questo marchio deve ovviamente possedere determinate caratteristiche di legge (la legge della Swissness) che negli ultimi anni si è fatta anche più rigida e restrittiva al fine di garantire ancora di più l’eccellenza della qualità svizzera. I rivenditori seri non utilizzano queste parole a caso, ma solo quando il prodotto le possiede effettivamente, in totale trasparenza nei confronti dei propri clienti, sicuri di proporre quanto oggi di meglio vi sia nel settore. 

Cosa definisce gli “orologi svizzeri”?

Gli orologi svizzeri sono prodotti che hanno un “movimento svizzero”, cioè che possiedono tutta una serie di requisiti che sono i seguenti. L’orologio deve essere stato assemblato e sottoposto a verifica dal produttore in Svizzera e qui devono essere stati prodotte almeno il 50% delle componenti, inteso come valore netto. 

È chiaro che in un orologio ci sono moltissime componenti che, di conseguenza, potrebbero essere anche state fatte altrove, spesso in Asia, ma il controllo finale in Svizzera garantisce in tutti i casi che l’utente finale porterà al polso un prodotto ineccepibile, di alta qualità, preciso e durevole. In altre parole la Svizzera oggi si distingue non solo per la propria capacità specializzata nella produzione di orologi, ma anche per coordinare il proprio talento con quello degli altri, garantendo sempre il meglio.

Come nasce un orologio svizzero?

L’obiettivo di sottolineare che un orologio possiede questo marchio, come detto, è quello di tutelare e anche promuovere la competenza degli orologiai svizzeri che storicamente si sono sempre distinti in tutto il mondo per l’elevata qualità di produzione di ogni singolo componente e di assemblamento. L’arte svizzera comincia in tempi lontani, a metà del XVI secolo, portata dai profughi ugonotti fuggiti a Ginevra. Qui gli Svizzeri erano specialisti orefici, ma dal momento che Calvino, padre di questa corrente religiosa, vietò esibizioni di ricchezza e quindi l’utilizzo di gioie, gli orefici impiegarono il loro artigianato nell’arte della produzione dei segnatempo. 

La qualità di queste produzioni superò presto i confini locali ed il buon nome dell’orologeria svizzera divenne famoso e ricercato dai nobili e benestanti di tutto il mondo. Nel XIX secolo si può parlare di una vera e propria industria orologiera svizzera, considerata sin da allora la migliore, nonostante nel medesimo periodo anche altre nazioni avevano aziende per la produzione di orologi famose (l’Inghilterra per esempio). 

L’avvio di una produzione americana industriale costrinse gli svizzeri a migliorare ancora di più le proprie prestazioni: gli orologi Swiss Made vennero arricchiti di funzioni supplementari e caratteristiche uniche. Nonostante la concorrenza si è fatta sempre più agguerrita negli anni, la produzione svizzera rimane un simbolo di lusso e qualità top.

Necrologie