Idee & Consigli
comunicato stampa

Agorà Catering è la prima PMI italiana che cartolarizza a Londra.

L’ esperto: “Rischiano di fare di Palermo la capitale finanziaria del Paese”.

Agorà Catering è la prima PMI italiana che cartolarizza a Londra.
Idee & Consigli 04 Agosto 2022 ore 09:18

Agorà Catering è la prima società di ristorazione in Italia ad attivare la cartolarizzazione dei propri crediti. E questo approccio innovativo alla gestione del credito, a differenza di quanto si possa credere, non arriva da una realtà di Milano, la capitale finanziaria del paese, ma da Palermo. 

La cartolarizzazione è il processo per cui i flussi di cassa futura - come i contratti di catering - vengono anticipati all’impresa dal mercato finanziario internazionale, consentendo, da un lato, alla società di ottenere liquidità immediata, a fronte di contratti futuri, e, dall’altro lato, al mercato di investire ad un tasso di interesse più vantaggioso rispetto ad altri prodotti finanziari. In altri termini: è un’alternativa al ricorso al credito bancario che è già realtà ed è utilizzata normalmente dalle imprese europee ed americane.

In Italia, la cartolarizzazione, è usata esclusivamente dalla Banche, che ne colgono tutti i vantaggi mentre - nonostante un regolamento europeo inviti gli Stati Membri a favorire il ricorso da parte delle imprese - è del tutto sconosciuto anche alle grandi aziende per non parlare delle PMI come Agorà Catering.

Curiosa eccezione è, appunto, l’Agorà Catering, una società palermitana attiva nel settore di catering e ristorazione, una delle realtà più note sull’isola in ambito di event management. Il suo visionario amministratore, Dott. Fabrizio Piazza, conosce bene che per crescere sul mercato un servizio di qualità non basta. Servono, anche, capacità manageriali e gestionali. E servono i capitali. Gestire il cash flow dell’impresa consente di investire per crescere ma la gestione non può limitarsi al credito in banca. 

“Il problema della sottocapitalizzazione delle PMI italiane deriva dalla loro struttura di piccola impresa, con gestione famigliare, e dal sistema bancario tradizionale”, spiega un esperto. “Le PMI italiane non sono in grado di mobilizzare capitale liquidi per effettuare gli investimenti: questa è la differenza con il mercato anglosassone. Se hai il prodotto di qualità, in quei mercati, riesci a mobilitare le risorse per una crescita esponenziale. Da qui nascono i racconti dell’imprenditore americano partito dal garage e arrivato a creare la multinazionale, racconti che a noi sembrano irreali. In un sistema che funziona: l’imprenditore mette un servizio di qualità; il mercato mette il capitale. Da noi gli imprenditori mettono tutto loro ed è chiaro che la crescita sarà modesta,” conclude l'esperto.

La cartolarizzazione di Agorà è seguita da vicino da diversi osservatori, e non solo a Palermo. Se la società palermitana riuscisse a collocare i propri titoli nella borsa di Londra o Dublino, le più grandi piazze mondiali per la negoziazione dei titoli di cartolarizzazione, sarebbe la prova provata che ciò che avviene, normalmente, per le imprese estere è alla portato di mano anche delle PMI italiane. 

Agorà Catering ha già costituito la propria società veicolo, Agorà SPV srl, che è già stata iscritta nel registro delle società di cartolarizzazioni tenuto dalla Banca d’Italia e ha già effettuato la cessione dei crediti al veicolo tramite pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. La società sta ultimando la redazione del prospetto informativo e la richiesta per l’assegnazione del codice ISIN e, una volta emessi i titoli, chiederà l’ammissione al mercato specialistico londinese.

Agorà catering è un esempio di come una realtà imprenditoriale storica del sud italia riesce ad integrarsi nel mercato finanziario mondiale per accedere al credito a condizioni più vantaggiose e concorrenziali. “Rischiano di fare di Palermo la capitale finanziaria del Paese”, scherza l’esperto.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie