Sponsorizzato

L'efficacia dell'ozonoterapia nella cura del mal di schiena spiegata dal dottor Claudio Ferlinghetti

In caso di ernia lombare si ottiene la guarigione in oltre l’80% dei casi

L'efficacia dell'ozonoterapia nella cura del mal di schiena spiegata dal dottor Claudio Ferlinghetti
13 Ottobre 2020 ore 08:30

Il dottor Claudio Ferlinghetti illustra le possibili soluzioni a base di ossigeno ozonoterapia per chi soffre di mal di schiena o dolore cervicale.

L’ozonoterapia spiegata dal dottor Ferlinghetti

“L’Ossigeno ozonoterapia è la terapia più conosciuta per il mal di schiena cervicale e lombare”, spiega il dottore. “Sono numerosi i lavori scientifici che ne dimostrano l’efficacia clinica – aggiunge lo specialista in neurochirurgia – Basti pensare che nell’ernia discale lombare si ottiene la guarigione in più dell’80% dei casi”.

Che cos’è e cosa fa l’ozono?

“Moltissima gente ha sentito parlare di ozono. Molte persone sono state trattate con questo gas. Poche di loro, però, sanno cosa sia e come agisca”, precisa il medico. “Quasi nessuno, poi, conosce le potenzialità e le aree mediche di applicazione dell’ozono”, aggiunge. “L’ozono non è un farmaco ma è un gas incolore e ha un odore particolare. E’ formato da tre molecole di ossigeno (O3) ed è altamente instabile (le molecole di ossigeno tendono a separarsi rapidamente). La sua efficacia terapeutica può essere garantita solo attraverso la rapida inoculazione nel paziente”.

Ferlinghetti ozonoterapia

Antinfiammatorio e miorilassante

L’ozono agisce sul dolore grazie ad un’azione antinfiammatoria e miorilassante. Inoltre aiuta la guarigione favorendo il microcircolo. Ne consegue un’accelerazione del processo di essicamento/riassorbimento dell’ernia del disco che si conclude con la guarigione. Non essendo un farmaco, non ha controindicazioni. Inoltre, non interferisce con eventuali farmaci assunti dal paziente e non presenta alcun effetto collaterale”.

In cosa consiste il trattamento?

“La procedura varia a seconda della zona e della problematica da trattare”, riprende il dottor Ferlinghetti. “Nel caso di ernia del disco e/o protrusioni discali lombari la terapia consiste nell’iniettare l’ozono in sede intramuscolare paravertebrale lombare. Nel caso di contratture muscolari, ernie o protrusioni discali cervicali, invece, il gas viene iniettato in sede sottocutanea”. Le procedure vengono eseguite utilizzando piccoli aghi in modo da creare il minor disagio possibile al paziente. Quest’ultimo può riprendere le proprie attività quotidiane dopo il trattamento, lavoro compreso. A seconda dei casi un trattamento può variare dalle 6 alle 12 sedute.

Il dottor Ferlinghetti e l’ozonoterapia, informazioni

Per informazioni e visite il dottor Claudio Ferlinghetti, neurochirurgo e ozonoterapeuta, è a disposizione dei pazienti su appuntamento al numero 327.2297251.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia