Sponsorizzato

rTMS , per guarire da ansia patologica

Come guarire da ansia patologica con il metodo rTMS stimolazione magnetica.

rTMS , per guarire da ansia patologica
20 Novembre 2020 ore 07:00

Che ansia! E’ un modo di dire che ha ormai sconfinato nel quotidiano. Da qualche anno a questa parte, provare ansia è diventato quasi normale quando un tempo lo era molto meno. In sé l’ansia è un’emozione molto comune tra le persone: a determinati livelli, infatti, essa viene definita normale.
Anzi, dal punto di vista ancestrale l’ansia è una forma di difesa. Preoccuparsi infatti ci preserva dal rischio di prendere le cose troppo alla leggera e quindi di farci male e/o morire per disattenzione. I problemi insorgono quando l’ ansia diventa patologica: non è un semplice stato di disagio o di dubbio, ma un ostacolo che impedisce di svolgere le proprie attività quotidiane.

Normalità, esagerazione e ansia patologica

La preoccupazione, la paura, l’ansia, possono sfociare in panico e paralisi. Un esempio su tutti. A molti è capitato di andare in montagna, magari di arrampicarsi un po’ più su del normale e poi… aver paura, non riuscire più né a salire né a scendere. Il dubbio atroce è: posso cadere? Posso farmi male? Addirittura morire? A quel punto, in assenza di altri stimoli, ci si ferma. Si aspetta. Non si sa più cosa fare. Questo caso limite, giustificato dalla situazione di pericolo, diventa patologico se rapportato alla normalità della nostra vita quotidiana. Ci sono persone che diventano ansiose per una piccolezza, per un nonnulla. Addirittura c’è chi si ferma e perde il controllo nella scelta dei vestiti. Oppure decide di non decidere e sta ore fermo in casa senza scegliere alcunché da fare.

Ansia patologica e decisioni difficili

Più una decisione è difficile, più una persona è sensibile, più è facile riscontrare ansia patologica. A volte sono presenti sintomi psichici gravi, quali paura di morire o di impazzire, ma anche semplici palpitazioni, vertigini, che impediscono un rapporto normale con la realtà. Questo disturbo può spesso sconfinare in una malattia mentale da curare usando (pesanti) farmaci.

Conoscere i sintomi, trovare la cura

Attenzione ai leggeri tremori alle mani e alle sudorazioni improvvise, con crisi di tachicardia (battito accelerato). Da segnalare anche fugaci manifestazioni di cefalea o meglio di “testa pesante”, e di irrigidimento della muscolatura del collo. Ove fosse associata a queste sensazioni quella comunemente definita come “paura d’agire” allora sarà meglio intervenire alla svelta.

rTMS sconfigge l’ansia patologica

La risposta è la terapia rTMS, Stimolazione Magnetica di Brain Stimulation Italia. Grazie all’elettromagnetismo si vanno a stimolare e a “resettare” alcune aree del cervello. I dati parlano chiaro: la terapia rTMS ha già funzionato nell’80% dei casi testati senza effetti collaterali. Le sedute, da venti minuti ciascuna, sono assolutamente indolori e non prevedono l’uso di farmaci. A Brescia il sistema rTMS è disponibile nel mood center in cui il dottor Fazzari svolge il ruolo di direttore scientifico all’interno del Polimbulatorio Ptc, dove vengono utilizzati i macchinari prodotti da Brainsway. Il percorso viene seguito e condiviso con un’equipe di esperti e guida psicologica.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia