Politica
Cordoglio

La scomparsa di Roberto Maroni e il cordoglio dei bresciani

Più volte ministro, presidente di Regione Lombardia e segretario del partito, lottava ormai da diversi mesi contro una malattia che l'aveva anche costretto ad allontanarsi dalla politica nel 2021.

La scomparsa di Roberto Maroni e il cordoglio dei bresciani
Politica Brescia, 22 Novembre 2022 ore 10:14

Roberto Maroni si è spento questa mattina, martedì 22 novembre 2022, nella sua Lozza, in Provincia di Varese.  Esponente della Lega, più volte ministro, presidente di Regione Lombardia e segretario del partito, lottava da tempo contro una malattia che l'aveva anche costretto ad allontanarsi dalla politica nel 2021.

La Lega piange Roberto Maroni

Roberto Maroni, per qualcuno soprannominato "Bobo", aveva 67 anni. Fedelissimo di Umberto Bossi (malgrado si oppose alla sfiducia del primo Governo Berlusconi), è stato molto spesso un leader controcorrente e al tempo stesso un personaggio a tutto tondo con tante passioni, musicista e velista. Con la Lega di Salvini non è mai stato amore, sin da quando si autodimise lasciando poi campo libero all'attuale governatore lombardo Attilio Fontana.

Segretario federale della Lega Nord dal 1º luglio 2012 al 15 dicembre 2013, è stato Ministro dell'interno nei governi Berlusconi I e Berlusconi IV, risultando il primo politico esterno alla Democrazia Cristiana a ricoprire l'incarico nella storia repubblicana, Ministro del lavoro e delle politiche sociali nei governi Berlusconi II e Berlusconi III. È stato presidente della Regione Lombardia dal 2013 al 2018.

Fu pure primo ministro della Padania e presidente del Parlamento del Nord quando ancora Salvini militava nei comunisti padani. Negli ultimi anni ha lavorato come consulente per aziende private e nella formazione universitaria. Si è anche candidato a sindaco di Varese, ma nel giugno 2021 il ritiro per motivi di salute.

Il cordoglio dei bresciani

L'europarlamentare salodiana Stefania Zambelli

"Ciao Roberto, riposa in pace, grazie per quello che hai fatto e che hai lasciato ad ognuno di noi, non ti dimenticheremo"

Mariastella Gelmini

"Ci ha lasciato RobertoMaroni. Un caro amico, una persona perbene. Mancherà alla politica italiana, perché ha saputo coniugare visione, passione e senso delle istituzioni. Mancherà alla sua Lombardia, mancherà a tutti noi. Un forte abbraccio alla famiglia".

Fabio Rolfi

"Non dimenticherò mai la fiducia che hai riposto in me in un momento difficile per la Lega. Così come non dimenticherò mai il tuo coraggio e la determinazione che hai mostrato anche in questi ultimi mesi nell'affrontare la battaglia più difficile. Razionalizzare la notizia della tua scomparsa sarà complicato e forse non ha nemmeno un senso reale, ma da oggi abbiamo tutti un motivo in più per combattere e per realizzare il tuo progetto. Che la terra ti sia lieve. Buon viaggio Bobo".

Floriano Massardi

Viviana Beccalossi

"Oggi ci lascia Roberto Maroni. Tra i tanti ricordi insieme al ‘mio’ presidente, mi piace condividere questa foto, che sintetizza al meglio un pezzo di strada percorsa insieme per far crescere la sua, la nostra amata Lombardia. Con Bobo abbiamo condiviso battaglie coraggiose senza mai perdere di vista il senso delle istituzioni, che con il suo cuore di ‘barbaro sognante’ ha sempre messo prima di tutto. Ciao Bobo!".

Alessandro Cugini (Capogruppo Lega Chiari)

 

Roberto Campodonico (storico consigliere della Lega di Chiari)

"La sezione Lega di Chiari (BS) partecipa al cordoglio per la scomparsa di Roberto Maroni, già Segretario del Partito, Ministro del Lavoro, Ministro dell’Interno, Governatore della Lombardia e da sempre Leghista della prima ora. Di Maroni conserviamo il ricordo della sua straordinaria umanità e della sua incisiva passione politica a servizio delle Istituzioni e del Paese".

Stefano Venturi (segretario della lega di Rovato)

"Il segretario della Lega di Rovato Stefano Venturi, consigliere comunale di maggioranza: Barbari lo siamo un po’ tutti...sognanti lo resteremo per sempre… Ha sempre avuto nel cuore la Lombardia e i lombardi. Ci ha lasciati un grandissimo leghista, un uomo delle istituzioni e una persona di grande valore. Non dimenticherò le battaglie di Roberto Maroni, tra cui autonomia e federalismo, e le continueremo anche in suo nome poiché il popolo della Lega non lo dimenticherà. Ciao Bobo".

 

Articolo in aggiornamento

Seguici sui nostri canali
Necrologie