Politica

Presentata la lista Salò Futura di Giovanni Ciato

Presentata la lista Salò Futura di Giovanni Ciato: svelati i nomi dei candidati consiglieri pronti a costruire la Salò del futuro.

Presentata la lista Salò Futura di Giovanni Ciato
Politica Garda, 24 Aprile 2019 ore 23:02

Presentata questa sera (mercoledì 24 aprile) all'hotel Conca D'Oro

Svelati i nomi dei candidati consiglieri

Oltre al nome del candidato sindaco Giovanni Ciato sono stati svelati i nomi dei candidati consiglieri.

Questi ultimi sono: Alice Berardi (praticante avvocato); Francesco Cagnini (laurenado in giurisprudenza); Angelo Castiello (trader finanziario); Maurizio Cobelli (geometra); Serena Coda (consulente in marketing e comunicazione); Giorgio Ferrari (artigiano); Massimo Filippini (pensionato); Hassan Sherif Ibrahim Mohamed (imprenditore); Michele Manfredini (avvocato); Mauro Marini (pensionato); Mariagiulia Nastuzzo (farmacista); Mauro Ermes Nozzoli (pensionato); Elisa Omodei (consulente del lavoro); Virginio Soffientini (pensionato); Elisa Zamboni (laureata in storia dell'arte) e Emanuela Zaminato (Graphic Designer).

Al centro la partecipazione attiva del cittadino

«L’amministrazione comunale è amica e vicina ai cittadini vecchi e nuovi. Per la Salò Futura la città non è isolata all’interno dei suoi confini ma collabora con le amministrazioni vicine per la gestione di tutti i servizi comuni, con l’obiettivo di migliorarli e gestirli a costi inferiori, per arrivare, in un futuro non troppo lontano, alla città del Benaco di 25mila abitanti. Dove i grandi temi sono affrontati con serietà e senza scopi propagandistici» ha spiegato Ciato.

Tra i progetti  la creazione di un centro benessere collegato al Parco dell’Arka per valorizzare sia il lago nella sua forma naturale oltre che l’entroterra del lago fino alla frazione di Villa; la riqualificazione della sentieristica del Monte San Bartolomeo; la realizzazione di un collegamento pedonale e ciclabile tra Salò e Gardone Riviera, inserendosi nel progetto di una Ciclovia del Garda.

Per quanto concerne la cultura l'idea è di dar vita a sinergie che possono supportare la candidatura di Brescia quale prossima sede della città della cultura traendone i vantaggi di un flusso qualificato di visitatori,  con l'obiettivo di acquisire la disponibilità di tutti i comuni gardesani, da Sirmione a Limone sul Garda, compresa l’intera Valtenesi.

In tema di viabilità sostenibile  progetti per quanto riguarda bicicletta e ciclabilità, bike sharing, vie pedonali. Per le auto è previsto un grande autosilo su via dei Colli collegato al centro storico con scale mobili e marciapiedi mobili in modo tale da decongestionare il centro storico.

La valorizzazione delle frazioni.

Un progetto per la valorizzazione delle politiche per le esigenze abitative finalizzate alla riqualificazione ed al recupero del patrimonio edilizio esistente.

Interventi a sostegno delle fasce anziane con abitazioni sociali per anziani autosufficienti negli edifici comunali attualmente in disuso come la ex casa Eca di via Trieste in co-Housing (casa famiglia o casa condivisa).

Valorizzazione delle associazioni di volontariato, culturali, sportive e di solidarietà, che costituiscono un grande patrimonio e sono il cuore pulsante della città, la cui attività può essere messa in rete ed in sinergia su progetti comuni.

TORNA ALLA HOMEPAGE

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie