«Ma il sindaco si crede padre-padrone?»

«Ma il sindaco si crede padre-padrone?»
04 Novembre 2016 ore 19:21

«Questa Amministrazione crede di potersi arrogare il diritto di decidere per tutti e fare e disfare solo perchè alle amministrative ha conquistato un 40%? Ma il sindaco, è consapevole di avere quel ruolo o crede di potersi comportare da padre padrone? La giunta ha dato infatti avvio alla seconda variante del Piano di Governo del Territorio senza consultare il consiglio comunale e i consiglieri di minoranza per orientare le scelte strategiche e le eventuali scelte a posteriori.»

«Ormai è chiaro che il sindaco si crede a casa propria, convinto di potersi arrogare il diritto di decidere per tutti, senza consultare e consigliare i membri del consiglio comunale, che ricordo è sono stati votati da quel restante 60%. Ho chiesto infatti espressamente di inserire nell’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale, la cui data è ancora sconosciuta, questo punto, per comprendere i contenuti e le motivazioni di questa nuova variante ad un piano approvato anni fa, con un chiarimento da parte dell’assessore all’urbanistica, dato che il coinvolgimento democratico tanto declamato che avrebbe dovuto arrivare dalla maggioranza non è mai stato messo in atto. Rinnovo pertanto la mia richiesta di chiarimento per ricevere una risposta in merito ad una questione che ai cittadini è costata non poco».


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia