Coronavirus

Lombardia verso la zona arancione: il parametro dell’Rt ha superato quota 1

Contagi in aumento, preoccupano quelli nelle scuole: più che probabile la nuova stretta. Oggi, venerdì 26 febbraio, la decisione

Lombardia verso la zona arancione: il parametro dell’Rt ha superato quota 1
Politica Brescia, 26 Febbraio 2021 ore 08:26

Lombardia verso la zona arancione: il parametro dell’Rt ha superato quota 1.

Dopo Brescia, anche la Lombardia verso la zona arancione, anche se con scuole aperte al momento.

I  numeri dei contagi crescono di giorno in giorno e dalle zone “arancione scuro” istituite nella provincia di Brescia e nei comuni cuscinetto confinanti non c'è accenno di tregua: il trend dei contagi non è per niente buono in Lombardia, e neppure nel resto d’Italia si va molto bene. Oggi, venerdì 26 febbraio 2021, la “cabina di monitoraggio” deciderà i colori delle varie regioni e al Pirellone non ci saranno rimostranze contro il Governo nel caso, più che probabile, di un passaggio all’arancione.

Parametro Rt sopra quota 1

La chiave di tutto resta il parametro dell’Rt. Che ormai ha scollinato quota 1. Dopo la cabina tecnica la palla diventa politica e arriva sulla scrivania del ministro Roberto Speranza. Nonostante le anime – soprattutto del centrodestra, ma non solo – che invocano venti di aperture, si deve fare i conti con il rischio legato alle varianti. Un rischio marcato anche dalle parole del direttore generale dell’Ats di Milano che ha spiegato come le scuole stiano diventano fonte di preoccupazione, con dati che spesso anticipano l’andamento del territorio.

Da domenica o da lunedì?

Si va verso quindi una zona arancione regionale: bisogna solo capire se lo scatto sarà ancora di domenica, come è quasi sempre stato finora, oppure si passerà già alla nuova pratica del lunedì, come annunciato da Mariastella Gelmini (faceva però riferimento al prossimo Dpcm, quello che scatterà dal 6 marzo).

Spegnere i focolai

Vedremo poi se la nuova strategia dell’arancione scuro, che passa anche dalle vaccinazioni anticipate nelle zone più a rischio, funziona: si prova a spegnere i focolai prima che divampi l’incendio, in sostanza.

Necrologie