Menu
Cerca

Lionetti sistema la fontana centenaria

Lionetti sistema la fontana centenaria
Politica 27 Marzo 2017 ore 16:52

Sarà ancora una volta  uno sponsor privato a ridare decoro e lustro ad un angolo storico di Lonato mettendo mano al proprio portafogli . Parliamo della fontana di Piazza Gramsci collocata all’ingresso del centro cittadino e ridotta a piccola  discarica ,con erba che spunta da tutte le parti .

L’intervento di pulizia dell’antico manufatto che risale al 1907 prevede anche l’abbellimento con la creazione di un giardinetto con fiori e verde . A sostenere la spesa sarà Benito Lionetti titolare dell’omonima gioielleria.

"E’ il secondo intervento di privati che riusciamo a portare a compimento . L’anno scorso – commenta soddisfatto il consigliere delegato al decoro urbano Ferruccio Scarpella – abbiamo sviluppato una convenzione con il vivaio Botturi per la sistemazione e il mantenimento del verde  della rotonda che al cimitero porta  al capoluogo per chi arriva dal lago . Il comune in questo modo non spende e riesce a migliorare la propria immagine a beneficio non solo dei residenti ma anche dei turisti che scelgono Lonato". La costruzione della fontana nasce ad inizio novecento come abbellimento in seguito alla esecuzione delle opere di sistemazione del percorso della Settimana Automobilistica Bresciana  che qui incontrava una bruttissima curva  fra i pilastri della antica Porta Verona . Si racconta secondo le  “Memorie Lonatesi “ raccolte dallo storico locale Osvaldo Pippa che la fontana fu costruita dal “ cementeur “ Geremia Trainini , che si stabilirà a Lonato sposando la signora Innocenza Ferlenga . Un altro lavoro da “ cementeur “fu il rifacimento del ponte sulla ferrovia , alle Case , le cui spalliere , in cemento furono sbriciolate dalle pallottole degli aerei americani al termine del secondo conflitto mondiale . Fino agli anni Sessanta con la fontana era attivo un lavatoio pubblico . Da una vasca circondante la parte posteriore della fontana , l’acqua scorreva in vasche più piccole . Il tutto era coperto da una tettoia . Quando fù smantellata uno dei pali di sostegno fu usato come sostegno alla statua della Madonnina che sorge  all’ingresso di Sedena.


Necrologie