Da Bruxelles

L’europarlamentare Stefania Zambelli in prima linea contro l’influenza suina

Nell'interrogazione viene sottolineato come la prevenzione sia preziosa purché tempestiva.

L’europarlamentare Stefania Zambelli in prima linea contro l’influenza suina
Brescia, 01 Luglio 2020 ore 15:03

L’europarlamentare salodiana Stefania Zambelli (Id – Lega) dopo la pubblicazione di un recente studio sulla rivista scientifica Pnas in merito ad un incremento nella diffusione di un virus influenzale (G4 EA H1N1) negli allevamenti di maiali, in particolare in Cina, che avrebbe un potenziale tale da causare una nuova pandemia tra gli esseri umani, ha chiesto un immediato intervento da parte dell’Ue.

L’on. Zambelli sollecita un intervento tempestivo

Ho presentato un’interrogazione al riguardo perché in questa fase è fondamentale non farsi cogliere nuovamente impreparati – dichiara l’europarlamentare Zambelli – i virologi infatti considerano questo virus di particolare interesse perché ha caratteristiche di base simili a quelle di un virus dell’influenza aviaria con l’aggiunta di varianti nel materiale genetico che interessano invece i mammiferi e che lo renderebbero in grado di trasmettersi dagli animali agli esseri umani. Se gli esperti invitano a non sottovalutare i rischi posti dal virus, soprattutto in un momento in cui tutto il mondo sta affrontando l’emergenza causata dal coronavirus, le istituzioni europee e l’OMS devono essere vigili e attente mettendo in atto monitoraggi seri ed efficaci rispetto la diffusione del virus. La mia interrogazione evidenzia come la prevenzione sia una strategia preziosa ma, per essere efficace, deve essere tempestiva.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia