Politica

Un'assemblea per parlare della nuova viabilità a Lonato

Diverse critiche nell'incontro organizzato ieri sera da tre liste di minoranza

Un'assemblea per parlare della nuova viabilità a Lonato
Politica Garda, 03 Maggio 2019 ore 09:06

Una sessantina di spettatori per l'incontro sulle recenti modifiche della viabilità in centro storico a Lonato, organizzato ieri sera da Partito democratico, Progetto Lonato e Ritrovo Lonato al Centro sociale Aurora.

Pianificare a lungo termine

La parte introduttiva prettamente "teorica" è stata affidata all'architetto Giovanni Cigognetti, già assessore esterno del comune gardesano nei primi anni 2000. "Prima di parlare del caso specifico della viabilità lonatese, di cui non conosco esattamente tutti gli aspetti perché lavoro a Lonato ma vivo a Salò, ci sono diverse cose da tenere a mente. Primo, l'impatto dello spostamento del traffico in un punto o in un altro, che porta con più o meno impatto diverse criticità. Due cose si possono comunque applicare a Lonato: il fatto che il centro storico è piuttosto piccolo, più di certi centri commerciali dove spesso si cammina molto dal parcheggio ai negozi, e inoltre una vecchia regola è che la viabilità "di transito" di chi entra ed esce senza visitare un paese deve essere chiara, senza bisogno di scorciatoie interne".

Le modifiche alla viabilità

I consiglieri presenti (Paola Perini per il Pd, Flavio Simbeni e Andrea Locantore per Progetto e Daniela Carassai per Ritrovo) hanno quindi elencato le novità in vigore da circa quaranta giorni: i nuovi dischi orari in zona scuole e in via Albertano da Brescia, i sensi unici in piazza Martiri e in via Accordini-traversa Regia Antica e le loro complicazioni. "Per un anziano, o semplicemente una persona che deve andare alla riabilitazione della Madonna del Corlo, le 2 ore nei giorni feriali in via Galilei sono una difficoltà, ancora di più per i professori" ha commentato Carassai.

Diversi gli interventi dal pubblico, spesso con idee differenti, ma tutti concordano sull'assenza di vere motivazioni per queste modifiche. Simbeni ha aggiunto: "Faccio fatica a vedere i "vantaggi per i pedoni" con cui si è motivato il tutto. L'amministrazione ha proposto un incontro il 15 maggio, dopo e non prima delle modifiche".

TORNA ALLA HOME PAGE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie