Politica
Pd

GianAntonio Girelli: il perché del voto contrario dei dem al bilancio di previsione 2022-2024

In arrivo 250mila euro alla Comunità Montana di Valle Sabbia per la Casa del Podestà.

GianAntonio Girelli: il perché del voto contrario dei dem al bilancio di previsione 2022-2024
Politica Brescia, 22 Dicembre 2021 ore 15:42

Lega e alleati hanno approvato un bilancio puntiforme, fatto di micro-interventi che non hanno un filo comune, né un disegno di fondo. La Lombardia è in declino, la povertà e le diseguaglianze crescono, soprattutto a danno di giovani e donne, ma questa maggioranza non ha un piano per invertire la rotta. Le Regioni dovrebbero saper governare e programmare, affrontare i grandi temi, ma questa maggioranza di centrodestra è senza prospettive e senza visione”,è così che GianAntonio Girelli, consigliere regionale del Pd, spiega il voto contrario dei dem al bilancio di previsione 2022-24 e alla relativa legge di stabilità.

Situazione peggiore rispetto a 20 anni fa

Il ragionamento di Girelli parte da alcune considerazioni sulla condizione economica e sociale della Lombardia, che illustra un lento declino che prosegue dal 2000 ad oggi. Prendendo i dati del rapporto 2021 dell’ente di ricerca regionale Polis, più altri di Svimez, il Pd ricorda che la Lombardia sta perdendo terreno in Europa e in Italia e che i lombardi sono più poveri di vent’anni fa.

“A farne le spese sono soprattutto giovani, donne e famiglie con figli minori. Per reddito pro-capite, la ricca Lombardia è al 36° posto in Europa, avendo perso venti posizioni in venti anni. La povertà assoluta tra il 2005 e il 2019 è triplicata e nel 2020 è arrivata a sfiorare la media italiana. Con questi numeri ci aspettavamo molto di più dalla Giunta regionale per il prossimo triennio”, fa sapere Girelli.

In arrivo 250mila euro

L’unica soddisfazione è a livello locale, come tiene a sottolineare il consigliere Pd:

Grazie a un mio ordine del giorno alla ‘Casa del custode’, di proprietà della Comunità montana della Valle Sabbia, arriveranno 250mila euro. Sono molto soddisfatto per questo stanziamento perché dalla riqualificazione dell’edificio, situato presso l’ex centrale idroelettrica nel comune di Barghe, trarrà beneficio l’intera comunità di quel territorio. Il progetto rientra tra quelli che la stessa Comunità montana ritiene strategici per lo sviluppo delle sue politiche sociali in ottica sovracomunale”.

Insoddisfazione

Al contrario, Girelli è molto critico con la maggioranza che

“Non ha approvato neanche una delle nostre proposte per contrastare la proliferazione delle nutrie che nella nostra regione rappresenta un problema serio già da molto tempo. Avevamo presentato un ordine del giorno e un emendamento da 500mila euro, ma ci sono stati bocciati”.

Necrologie