Castiglione, «ridotte bollette acqua e rifiuti»

Castiglione, «ridotte bollette acqua e rifiuti»
05 Agosto 2016 ore 10:09

Il comparto dei servizi sociali di Castiglione delle Stiviere, in carico all’essore Maria Cecilia Carattoni, ha di recente approvato due importanti novità. Il primo intervento riguarda il bando per il bonus, previsto dall’amministrazione, per un aiuto sul pagamento delle bollette dell’acqua e dei rifiuti. «Nell’anno 2015 sono state ridotte le bollette di rifiuti e acqua a 153 famiglie – afferma l’assessore Carattoni – abbiamo dunque ritenuto prioritario riproporre questa importante misura di sostegno al reddito, possibile anche grazie alla buona amministrazione di Indecast. Tra i requisiti di accesso vi è la condizione di essere in regola al 31.12.2015 con i pagamenti dovuti a vario titolo al Comune: sappiamo che tante famiglie vivono momenti di difficoltà economica, ma la questione della legalità è per la nostra Amministrazione prioritaria; abbiamo inserito quindi questo requisito di accesso, per impedire a chi agisce con malafede di accedere alle risorse del bilancio comunale, che sono soldi della comunità, e invece sostenere chi, pur con mille difficoltà, compie il proprio dovere pagando il dovuto, considerato inoltre che spesso ciò che si deve pagare è comunque commisurato al reddito e che sono numerose le misure di sostegno al reddito previste nel nostro regolamento.

L’ufficio Servizi Sociali è, come sempre, a disposizione». Il secondo progetto è «Una scelta in Comune», l’iniziativa nazionale che dà la possibilità ai cittadini maggiorenni di dichiarare, al momento del rinnovo della carta d’identità, la propria volontà di donare organi e tessuti in caso di morte, arriva a Castiglione delle Stiviere. Anche il Comune morenico, come tanti altri comuni italiani, aderirà in autunno, infatti, al progetto. Su sollecitazione dell’Anci e sull’esempio di altre amministrazioni, anche a Castiglione delle Stiviere sarà possibile attuare la recente normativa che consente ai comuni di raccogliere tale “informazione” allo sportello dell’anagrafe in occasione del rinnovo della carta d’identità e di trasmetterla al Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute. La possibilità di esprimere il proprio consenso – od anche il diniego – alla donazione degli organi in occasione del rinnovo della carta d’identità scatterà non appena l’ufficio Servizi Demografici avrà attuato le necessarie modifiche ai gestionali per registrare la dichiarazione di volontà dei cittadini. Il tutto sarà comunicato in comune con appositi cartelli e avvisi. Nessuna trascrizione sarà effettuata sulla carta d’identità: al cittadino verrà richiesto di esprimersi sottoscrivendo uno specifico modulo, del quale riceverà copia che non deve accompagnare la carta d’identità. Tuttavia, è possibile dare il proprio consenso e modificare in qualunque momento la volontà espressa. Non ultimo l’assesore esprime soddisfazione per la collaborazione con il centro anziani, sinergia che ha portato al successo delle notti di festa a Parco Desenzani. «Siamo molto soddisfatti del successo che riscuotono le serate, siamo impegnati, Amministrazione comunale e volontariato, affinché quello spazio diventi un punto di riferimento per la comunità, soprattutto per gli anziani: un luogo di socializzazione, di convivialità e di relazione».


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia