A Castiglione Enrico Volpi festeggia pensando al paese

12 Giugno 2017 ore 20:42

Stanco per la lunga notte elettorale ma allo stesso tempo visibilmente soddisfatto per il risultato ottenuto, è questo l’Enrico Volpi che alle 18.30 si presenta in conferenza stampa in via Ordanino (sede del suo comitato elettorale), per la prima uscita pubblica dopo i dati delle elezioni di domenica che gli consegnano il 47,71% dei voti.

Il 25 giugno, come cinque anni fa, sfiderà Alessandro Novellini (sindaco uscente) che ha totalizzato il 31,57% dei voti. Il divario di 16 punti percentuali, che in voti reali è pari a 1488 voti, non basta per tranquillizzare Volpi e la sua coalizione (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia, Insieme per Castiglione e i Socialisti Ambientalisti) che “già da domani mattina si rimette in moto” afferma Volpi in apertura della conferenza stampa, “nei quartieri, fra la gente, tra i cittadini che ci hanno accordato questa fiducia. Saremo subito la dove c’è bisogno e dove le persone devono confrontarsi con noi, come abbiamo fatto nel primo turno”.

Sul fronte delle possibili alleanze Volpi ancora non si sbilancia, ma non chiude la porta. “Ci dobbiamo pensare e confrontare con tutta la squadra, ma è chiaro che guardiamo a chi ha a cuore il paese e vuole cambiare davvero Castiglione e rilanciare il nostro comune, il suo territorio, la sua storia e la sua tradizione.

Per ora non ci sono porte chiuse, lavoriamo come abbiamo fatto fino ad oggi, in mezzo alle persone e forti della nostra unione”. Sulla possibile squadra di governo in caso di vittoria, oltre all’assessore alla cultura il cui nome è noto da tempo, e cioè il prof. Manlio Paganella, Volpi lascia intendere che “a breve potremo anche comunicare altri nomi di assessori perchè ora abbiamo chiaro il quadro delle preferenze e le percentuali delle liste che compongono la nostra coalizione”.

“Ringraziamo tutti e tutte” afferma Volpi in chiusura, “per lo splendido lavoro fatto. E’ stata una campagna lunga e faticosa ma che ci ripaga di tutti gli sforzi fatti. Ora abbiamo il finale, non dobbiamo fermarci ma proseguire con il nostro lavoro a contatto diretto con le persone”.


Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve