Iniziative
Halloween

Inviate le foto delle vostre zucche e dei vostri travestimenti: le pubblicheremo su Chiariweek, Manerbioweek, Montichiariweek e Gardaweek

Specificate nome e paese di residenza al numero WhatsApp 3456606274, le troverete in edicola venerdì 5 novembre.

Inviate le foto delle vostre zucche e dei vostri travestimenti: le pubblicheremo su Chiariweek, Manerbioweek, Montichiariweek e Gardaweek
Iniziative Brescia, 30 Ottobre 2021 ore 08:49

Domani, domenica 31 ottobre, è Halloween. Quest’anno, per festeggiare insieme questa festa ormai molto amata anche nel nostro Paese, abbiamo pensato a una nuova divertente e terrificante iniziativa: intagliate una zucca, sbizzarritevi con simpatiche e spaventose decorazioni, scattate una foto alla vostra creazione e inviatecela via WhatsApp al numero 3456606274. Ma potete mandare anche le foto dei vostri travestimenti da paura. Ricordate, però, di scrivere anche il vostro nome e il paese di residenza. Tutte le foto, delle zucche e dei travestimenti, verranno pubblicate su Chiariweek, Manerbioweek, Montichiariweek e Gardaweek in edicola venerdì 5 novembre.

Le origini di Halloween

Innanzitutto, le spiegazioni sulle origini di Halloween sono diverse. Si parte dalla festa celtica di Semhain, il capodanno celtico, che segnava la fine dell’estate e l’inizio dell’inverno, quando si mettevano da parte le provviste per la stagione fredda. Per questo era un momento molto importante e di passaggio. Un passaggio che metteva in stretto contatto il regno dei vivi con quello dei morti, compresi gli spiriti maligni. Anche gli antichi Romani avevano una festa che coincideva con quella celtica, che però aveva luogo a maggio, e successivamente i cristiani istituirono il 2 novembre, con la festa dei morti, giorno successivo alla festa di Ognissanti.

L’attuale nome di Halloween, infatti, è legato al ricordo di tutti i santi, in quanto deriva da “All Hallow’s Eve”, che in inglese antico significava proprio la vigilia di Ognissanti. Comunque la festa di Semhain prima e di Halloween successivamente ha origine dall’Irlanda e in seguito è arrivata negli Stati Uniti a metà del 1800, diventando la festa che tutti oggi conosciamo.

Dolcetto o scherzetto?

La notte del 31 ottobre si festeggia Halloween, una festa popolare di origine celtica, oggi caratterizzata da scherzi e travestimenti. Ma perché in questa notte è tradizione bussare alle porte delle case chiedendo "Dolcetto o scherzetto?". Nel Medioevo contadini e mendicanti bussavano a tutte le porte per ricevere in doto aiuti per affrontare l'inverno, offrendo in cambio preghiere per le anime dei loro cari defunti. A coloro che non offrivano nulla, questi mendicanti auguravano una cattiva sorte e niente preghiere. Al tempo dei celti, in questo giorno, si festeggiava la fine dell'anno della luce e l'inizio di quello oscuro cioè l'inverno. Si narra che le fatine, dispettose, si divertivano a fare scherzetti e che, i Celti, per evitare di caderne vittima, offrivano loro del cibo.  Da qui "Dolcetto o scherzetto?".

Necrologie