Menu
Cerca

I 40 anni di Sogem

La ditta di Poncarale che si occupa di costruzione e manutenzione acquedotti ha da poco celebrato il proprio anniversario sostenendo un'iniziativa tanto inconsueta quanto apprezzabile

I 40 anni di Sogem
Idee & Consigli 18 Novembre 2020 ore 10:34

Mauro e Alberto Costanzi sono i proprietari di Sogem, ditta di assoluta esperienza nel campo dei lavori stradali, della realizzazione e della manutenzione di reti fognarie, metanodotti e acquedotti. 

Sogem ha iniziato ad operare nel 1980 eseguendo lavori di posa condutture gas acqua e fognatura nella provincia di Brescia. Nel corso degli anni ha allargato il raggio d’azione alle provincie di Verona, Cremona, Piacenza, Mantova e, oggi, nel settore e tra le più quotate del Nord Italia. 

“I nostri clienti sono in prevalenza enti pubblici, aziende, servizi municipalizzati, con i quali si è consolidato un rapporto basato sulla professionalità e gli elevati standard qualitativi – spiega Mauro, Amministratore Unico dell’azienda – Da sempre la nostra azienda si basa su tre punti fermi: Forte senso di responsabilità verso i clienti e gli utenti finali. Attenzione massima alla sicurezza. E un’occhio di riguardo verso l’ambiente e la componente etica”.

Proprio quest’ultimo punto è alla base della campagna promossa dalla ditta in occasione del quarantesimo anniversario di attività. L’attenzione e la sensibilità all’ambiente hanno spinto i fratelli Costanzi ha stringere una collaborazione con “Piantumazione Selvaggia”, un’associazione, ideata da due giovani bresciani, che ha come obiettivo la riforestazione urbana. 

In particolare, la collaborazione tra queste due realtà, a cui si sono aggiunte altre entità locali, ha portato alla messa a dimora di oltre cento piante ai lati dell’autostrada A4, in prossimità del comune di Castegnato. 

Un impegno ambientale che Alberto, Direttore Tecnico di Sogem, ha spiegato così: “La decisione di sostenere la riforestazione urbana nasce dalla condivisione del progetto di riqualifica degli spazi urbani. La volontà è di restituire vita al nostro territorio che tanto ci ha dato, ma che, allo stesso tempo, necessita di cure e rispetto”.

Un gesto concreto e significativo nel presente di un’azienda che guarda ad un futuro ancor più radioso.

Necrologie