Agghiacciante

Soli e abbandonati: trovati senza vita in casa dopo mesi, tre casi in una settimana

Persone che vengono ritrovate senza vita anche a distanza di mesi dal decesso: in Brianza scoperto un cadavere addirittura mummificato.

Soli e abbandonati: trovati senza vita in casa dopo mesi, tre casi in una settimana
Glocal news 07 Agosto 2021 ore 00:12

Nel giro di una sola settimana, ben tre casi di persone trovate senza vita in casa dopo mesi dalla loro morte. Persone sole e abbandonate: sembra incredibile, eppure nel 2021 accade e purtroppo con molta più frequenza rispetto a quel che si potrebbe pensare.

Trovato mummificato in casa

Un ritrovamento scioccante è stato fatto nel corso della mattinata di giovedì 5 agosto 2021. Come raccontato da "Prima Monza", ad Usmate Velate, in frazione Cascina Corrada, un uomo è stato ritrovato senza vita e mummificato in casa.

L'allarme è scattato intorno a mezzogiorno. Una donna ha infatti allertato i soccorsi poiché preoccupata dal fatto di non riuscire a contattare un proprio parente, un uomo residente in via Rossini appunto. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, una pattuglia dei Carabinieri e un mezzo dei Vigili del Fuoco. Sono stati proprio i pompieri ad aprire una via d'accesso all'abitazione chiusa a chiave dall'interno, rinvenendo il corpo dell'uomo ormai quasi completamente "mummificato".

LEGGI ANCHE: Shock a Usmate: cadavere "mummificato" in un'abitazione

Anziano morto da 8 mesi

In Veneto, ad Adria, come raccontato da "Prima Rovigo", l'ex camionista 85enne Antonio Sacchetto, è stato trovato senza vita all’interno della sua abitazione. Il decesso però, secondo le prime informazioni, era avvenuto all’incirca otto mesi prima.

L’uomo viveva da solo da quando era morta la madre. Era una persona molto riservata e le uniche parenti più vicine a lui sarebbero due pronipoti che abitano a Rovigo.

LEGGI ANCHE: Dramma della solitudine ad Adria: anziano trovato in casa morto da otto mesi

Muore di stenti nel suo appartamento

Chiuso nella sua solitudine, si sarebbe lasciato andare, fino a morire di stenti anche un altro 60enne veneto. Una storia tragica quella consumata a Castelgomberto, nel Vicentino, scoperta dai vicini di casa: come raccontato da "Prima Vicenza", il 62enne Maurizio Oliviero è stato trovato senza vita nell'abitazione di via Rigallo.

Secondo le prime ricostruzioni, il 62enne è stato trovato senza vita nell'appartamento in cui viveva, era separato. I vicini di casa, insospettiti dall'odore acre proveniente dall'abitazione, hanno chiamato le Forze dell'ordine e i soccorritori.

Un altro però è l'aspetto più drammatico di questa brutta vicenda. L'uomo, infatti, sarebbe morto di stenti. Si sarebbe, dunque, chiuso nella propria solitudine, lasciandosi andare, fino al tragico epilogo.

LEGGI ANCHE: Muore di stenti e di solitudine nel suo appartamento

Necrologie