Glocal news
Come nel film "Ieri, oggi, domani"

Ladra seriale sempre incinta: 30 anni di carcere da scontare e neanche un giorno in cella

La 33enne ha nove figli e si è salvata anche dopo l'ultimo furto in quanto al settimo mese di gravidanza.

Ladra seriale sempre incinta: 30 anni di carcere da scontare e neanche un giorno in cella
Glocal news 14 Dicembre 2021 ore 18:21

Trent'anni di carcere da scontare ma mai un giorno in cella, il curioso caso della ladra seriale che ha sempre evitato la prigione grazie a nove gravidanze.

Ladra seriale condannata a 30 anni mai in carcere: sempre incinta

Come racconta Prima Milano, nonostante i suoi 33 anni, la nomade croata protagonista di questa vicenda ha alle spalle un curriculum fittissimo di furti in appartamento. Una vera e propria specialista del settore che riesce a passarla sempre liscia grazie alle continue gravidanze.

La donna è in dolce attesa del nono figlio e proprio questo ennesimo stato interessante la proteggerà dal carcere, nonostante i reati commessi. L'ultimo, domenica sera a Milano, nel quartiere popolare del Giambellino. Intorno alle 21, le volanti della polizia sono intervenute in seguito alla segnalazione dei vicini che hanno sentito strani rumori provenire da un appartamento. La ladra seriale è stata sorpresa mentre tentava di uscire dal palazzo, con un sacco di vestiti e gioielli appena portati via dall’appartamento. Il colpo effettuato nonostante un bel pancione: la 33enne è infatti al settimo mese. Con lei, c’è sua figlia. “Ha nove anni”, dice, ma gli esami radiografici dell’ospedale rivelano che è 13enne. La donna è così finita alla clinica Mangiagalli, dove le è stato notificato l’ordine di arresto.

Una lunga "carriera"

La carriera criminale della nomade è costellata da 18 colpi, in tutto il Nord Italia, condannata, in totale, a 57 anni di carcere, poi ricalcolati dal Tribunale di Milano in circa 30 anni, il massimo. Ma la musica è sempre la stessa: le esecuzioni degli ordini di carcerazione si fermano e vengono convertiti con gli obblighi di firma. La donna, sempre incinta, non può essere arrestata. E' già tornata nel camper dove vive con la numerosa famiglia.

Come Sophia Loren nel film di De Sica

Una vicenda che richiama uno dei tre episodi del film - tutti interpretati dalla coppia formata da Sophia Loren e Marcello Mastroianni e diretti dal regista Vittorio De Sica - "Ieri, oggi, domani".

A Napoli Adelina Sbaratti è una venditrice abusiva di sigarette che per non essere arrestata ricorre ad una lunga serie di maternità per rimanere lontana dal carcere. L'episodio, scritto da Eduardo De Filippo, è ispirato a una storia vera della contrabbandiera napoletana Concetta Muccardi, che per non andare in carcere ebbe ben diciannove gravidanze, sette delle quali finite con la nascita di figli.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie