federcaccia

In 120 al quinto trofeo cinofilo Città di Manerbio

Sabato e domenica, in due giornate roventi e segnate dal forte caldo, si è disputato il quinto trofeo Città di Manerbio, gara cinofila su quaglie senza sparo a scopo di ripopolamento.

In 120 al quinto trofeo cinofilo Città di Manerbio
Bassa, 12 Agosto 2020 ore 13:40

Il trofeo cinofilo si è disputato su un terreno di circa 5 ettari di stocchi di orzo, un terreno “difficile ” che, abbinato al caldo, ha fatto sì che i cani abbiano lavorato con difficoltà nella ricerca del selvatico.

In 120 al quinto trofeo cinofilo Città di Manerbio

La sfida iniziata alle 6.30 di sabato e conclusasi alle 17 di domenica ha visto la partecipazione di circa 120 concorrenti per la maggior parte provenienti dalle provincie di Brescia, Bergamo, Cremona, Mantova e addirittura di due trentini.

La targa per il primo classificato nella categoria “Cacciatori manerbiesi” è stata dedicata a due ex associati di Federcaccia Manerbio scomparsi a causa del Covid. “Astori e Vittorielli in passato sono stati due figure molto importanti per la nostra associazione – ha sottolineato il presidente, Giuliano Brunetti – Entrambi hanno fatto parte del Consiglio direttivo di Federcaccia Manerbio al tempo della presidenza di Gianluigi Tosoni”.

Il Trofeo è stato vinto da Marco Piovani e da “Messi”, cane non nuovo a queste manifestazioni, mentre la gara è stata giudicata da Luca Zammarini, giudice Fidc.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia