Libri e riflessioni

“Ma perché siamo ancora fascisti”, il libro di Filippi al Centro Sociale di Salò

Il libro è uno fra i 40 titoli che associazioni e cittadini hanno donato alla biblioteca di Salò in protesta alla decisione del Consiglio Comunale della cittadina di non revocare la cittadinanza onoraria a Mussolini.

“Ma perché siamo ancora fascisti”, il libro di Filippi al Centro Sociale di Salò
Garda, 16 Settembre 2020 ore 14:51

Si terrà venerdì 18 settembre alle 20:45 al Centro Sociale I Pini di Salò (via Maria Montessori 4 ) nel pieno rispetto dei protocolli di prevenzione Covid-19, la presentazione del libro Ma perché Siamo Ancora fascisti di Francesco Filippi ( edito da Bollati Boringhieri) alla presenza dell’autore.

Tra i libri regalati alla biblioteca salodiana

L’evento, nato grazie ai contatti maturati in seno al coordinamento antifascista 25 aprile sempre, è promosso  da Resetall, Arci e Anpi Salò e Collettivo Gardesano, porta all’attenzione  il libro di Filippi,  uno fra i circa 40 titoli che associazioni e cittadini hanno donato alla Biblioteca comunale di Salò in protesta con la decisione del Consiglio Comunale della cittadina di non revocare il conferimento della cittadinanza onoraria a Mussolini.

L’iniziativa -ha spiegato l’autore –  mira ad innescare a livello locale una riflessione sul tema dell’ingombrante eredità che si trova a gestire il territorio a causa dell’associazione con due nomi-monumento della storia patria non democratica: quello della così detta Repubblica di Salò che non solo ha rappresentato l’ingloriosa fine di un regime, ma ha avvelenato il primo cinquantennio della vita politica Repubblicana attraverso le stragi; quello di Gabriele  d’Annunzio: araldo dello stesso nazionalismo sciovinista che non solo  ha tragicamente segnato la storia d’Europa dell’ultimo secolo e mezzo, ma che ora cerca di riaffermarsi dissimulandosi nella categoria del cosiddetto”sovranismo”.La data scelta è quella del 18 settembre 1938: anniversario del discorso di Trieste con il quale Mussolini rivendica l’adozione delle leggi razziste quale pilastro originario della politica del regime fascista.

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia