Quando i piccoli imprenditori bresciani aiutarono l’Italia a ripartire dopo la Guerra

Assolombarda racconta in un podcast la storia delle imprese bresciane.

Quando i piccoli imprenditori bresciani aiutarono l’Italia a ripartire dopo la Guerra
Bassa, 04 Luglio 2020 ore 08:43

Quando i piccoli imprenditori bresciani aiutarono l’Italia a ripartire dopo la Guerra.

La storia di Brescia raccontata in un podcast

Nella fase di ricostruzione post-bellica i piccoli forni siderurgici delle vallate bresciane furono centrali per far rinascere l’Italia dalle macerie: paradossalmente, la distruzione lasciata dalla Guerra rese possibile trasformare quello che fino a qualche tempo prima era un piccolo distretto artigiano in un potente polo siderurgico. Una storia poco conosciuta, che “Genio & Impresa” (genioeimpresa.it) ha scelto di raccontare nella seconda puntata di “Piccola industria, grande storia”, il primo podcast realizzato da Assolombarda. A narrare gli anni fra il 1945 e il 1950 sono le voci dei protagonisti dell’epoca, emerse grazie a documenti originali e materiale d’archivio. In particolare, Assolombarda rende omaggio a Luigi Lucchini, piccolo artigiano del ferro di Casto che diventerà il re dell’acciaio bresciano e otterrà il titolo di presidente di Confindustria nel 1984, Alessio Pasini, che ebbe l’intuizione di convertire la produzione passando dagli attrezzi agricoli ai tondini, fondamentali per dare vita a nuove costruzioni in cemento armato, e Natale Zanetti, che seppe fare tesoro dei rottami lasciati dalla guerra. Dal podcast emerge come i piccoli imprenditori bresciani raccolsero la sfida della ricostruzione e contribuirono in maniera decisiva a creare dal basso l’identità economica della Lombardia.

Il progetto

Il progetto «Piccola Industria, grande storia» è innanzitutto un riconoscimento a un territorio che, dal Dopoguerra, ha ricostruito la propria identità attraverso il saper fare delle imprese, luoghi dove la memoria è intimamente saldata con l’esperienza. E dall’altra parte è un omaggio per le nuove generazioni che così hanno l’opportunità di riscoprire un pezzo importante della propria storia e delle proprie radici – ha dichiarato Alessandro Enginoli, presidente della Piccola Industria di Assolombarda – Va ricordato che le piccole imprese costituiscono la spina dorsale del tessuto industriale italiano: in Lombardia rappresentano il 99% del totale, occupando il 66% degli addetti. E in un momento così difficile per l’economia, occorre non solo adottare tutte le misure necessarie per sostenere al meglio la ripartenza delle piccole aziende, che hanno particolarmente sofferto l’emergenza Covid, ma anche continuare a valorizzare questo straordinario patrimonio della nostra industria che rappresenta una risorsa per tutto il territorio”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia