Castiglione, palazzi storici in abbandono per la crisi

Castiglione, palazzi storici in abbandono per la crisi
19 Luglio 2016 ore 00:01

Castiglione delle Stiviere è un paese che negli ultimi anni ha risentito della grande crisi che ha toccato tutta l’Europa. In particolar modo, in questi ultimi quattro anni, il settore immobiliare è letteralmente crollato. Negli anni d’oro oltre al molto cemento steso per costruire nuove case, i privati e l’Amministrazione hanno speso molto per restaurare i palazzi del centro storico. Tuttavia, con la crisi del mattone è come se si fosse tirato, all’improvviso, un freno a mano. Non si costruisce più, ma non si investe più neppure nel restauro dell’esistente.

Il Comune ha fatto quello che ha potuto, facendo fronte alla crisi e ai vincoli del patto di stabilità, il meccanismo che impediva investimenti. Ora, in questi mesi, strade e piazze sono state sistemate, ma ci sono ancora parte dei palazzi di piazza Dallò da sistemare, compreso l’orologio della pizza che, da anni, è chiuso in una gabbia che andrebbe sistemata e rivista. Anche palazzo Zappaglia (l’ex Liceo), che si trova in via Zanardelli, è ormai pericolante e puntellato con vecchi ponteggi e assi di legno. Ma non sono solo i palazzi del comune che hanno bisogno di restauro. Anche molti palazzi privati sono ormai decadenti. Dalla vecchia Filanda di via Mulini, struttura davvero pericolante, passando per il palazzo sull’incrocio di via Cesare Battisti e via Senigallia (che rischia l’implosione), il centro storico ha edifici fatiscenti con finestre rattoppate, covi di piccioni, erbacce sui muri e agli angoli delle strade.


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia