Cultura
alla scoperta del passato

Visite guidate gratuite al Museo della città

Per partecipare e scoprire i segreti della Sezione archeologica bastano la prenotazione, in super green pass e la mascherina.

Visite guidate gratuite al Museo della città
Cultura Bassa, 05 Febbraio 2022 ore 16:43

Un ciclo di visite guidate gratuite alla sezione Archeologica del Museo della Città, per riscoprire le bellezze e le curiosità di uno dei luoghi più interessanti della Chiari culturale. Dove? Negli ambienti di piazza Zanardelli, sotto i portici (vicino a piazza delle Erbe).

Visite guidate gratuite al Museo della città

Si apre con un’iniziativa promossa dall'assessorato alla Cultura del Comune di Chiari la nuova stagione museale in Centro Storico: infatti, da febbraio a maggio il Museo della Città dedicherà un sabato mattina al mese per visite guidate gratuite alla Sezione Archeologica.

Gli appuntamenti, previsti ogni secondo sabato del mese, sono rivolti agli amanti dell'Archeologia, ma anche a tutti i curiosi e alle famiglie che vogliono conoscere, scoprire ed approfondire la storia delle origini della città di Chiari alla luce delle evidenze documentate durante gli scavi eseguiti in Piazza Zanardelli tra il 2005 e il 2009.

A fare da Cicerone in questi veri e propri viaggi a ritroso nel tempo sarà Irene Paderno, archeologa e curatrice della Sezione Archeologica già anima di tante iniziative di grande successo dedicate ai più piccoli proprio al Museo. L’evento, intitolato Museo della Città: in visita con l’archeologo, si terrà sempre alle 10.30 nelle giornate di sabato 12 febbraio; sabato 12 marzo; sabato 9 aprile; sabato 14 maggio. Ogni visita guidata potrà ospitare al massimo 10 partecipanti e durerà circa un’ora.

Per partecipare sarà necessaria la prenotazione (museo@comune.chiari.brescia.it), indossare la mascherina ed esibire la Certificazione Verde COVID–19 “Rafforzata” (Super Green Pass) unitamente ad un documento di identità (ovviamente, la programmazione potrà subire modifiche o annullamenti in qualsiasi momento a seguito di indicazioni da parte degli organi competenti in ragione dell'emergenza sanitaria).

Il Museo della città di Chiari in uno scatto di Flash & Magazzino 9emezzo CPS Rovato

Gli interventi

La prima ad intervenire è stata l'assessore alla Cultura, Chiara Facchetti.

Chi ancora non conoscesse le origini della particolare forma urbana circolare di Chiari, dalla cui Piazza centrale si diramano vicoli, strade e piccole vie proprio come fosse un cuore pulsante, potrà scoprirle attraverso le visite guidate gratuite alla sezione archeologica del Museo della Città di Chiari proposte dall'Amministrazione comunale. Dopo l'ottimo risultato ottenuto con il ciclo di visite guidate autunnali in Villa Mazzotti, l'Amministrazione comunale intende promuovere la scoperta di altri “tesori” della Città di Chiari, meno conosciuti al grande pubblico adulto, ma altrettanto affascinanti, come la sezione archeologica del Museo della Città di Chiari. Con questa nuova proposta, intendiamo proseguire nella diversificazione dell'offerta culturale e di promozione della città, cercando di intercettare quel turismo di prossimità che in questi ultimi anni ha dimostrato di apprezzare le bellezze del nostro territorio.

Non è mancato il contributo dell'archeologa Irene Paderno.

Il ciclo di visite al piccolo, ma prezioso allestimento archeologico e multimediale che trova casa nei locali interrati degli edifici storici che si affacciano su piazza Zanardelli, cuore urbanistico e fondativo della città, vuole essere un’occasione per conoscere e riscoprire la storia più antica di Chiari, da ripercorrere attraverso l’affascinante lente della scienza archeologica. Reperti, immagini e fotografie d’epoca, filmati e ricostruzioni virtuali segneranno il percorso di visita, toccando le corde emozionali dei visitatori, nell’intento di tradurre in conoscenza e memoria i dati archeologici e storici. Così l’archeologia potrà essere sperimentata come strumento per ripercorrere il divenire storico della città in un dialogo stretto e continuo tra passato e presente.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie